Al Senato hanno ripristinato i vitalizi per gli ex parlamentari.

Al Senato (e solo lì):

– hanno ripristinato i vitalizi per gli ex parlamentari.
– Continuano a viaggiare a spese nostre, su treni ed aerei, per altri 10 anni dalla cessazione della carica.
– Prendono pure 650 euro netti in più rispetto ai deputati (gli sembrava poco e si saranno dati l’aumento).
– Nel 2018 dopo essere stata eletta presidente del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati, ottiene il pagamento dei vitalizi da parlamentare che le erano stati sospesi mentre era stata componente del Consiglio Superiore della Magistratura (Csm). Dovrebbero essere non meno di 200mila euro (la cifra esatta è segreta)… e chi ha deciso di ridarglieli? Il consiglio di Garanzia del Senato che viene nominato dalla stessa Presidente. Geniale.
– Continuano a pagare il vitalizio pure a chi ha usato la politica per arricchirsi illecitamente (in altri paesi gli tolgono la pensione, noi gli diamo pure il vitalizio). Così lo paghiamo ad Ottaviano del Turco.

Qualche minuto fa il Senato (una apposita commissione nominata sempre dalla Presidente Casellati) ha deciso di ridarlo (7mila euro al mese più gli arretrati) a Formigoni (condannato in via definitiva per i casi di corruzione nel settore della sanità).

Ed ancora c’è chi mi scrive dicendo che il Movimento è inutile. Fanno questo mentre noi siamo lì, senza vergogna. Provate solo a immaginare cosa farebbero se non ci fossimo noi a contrastarli.

Chiarisco che questa decisione è stata presa dal Senato. Non c’entra niente il governo od il fatto che noi siamo in maggioranza o meno. Purtroppo subito dopo l’elezioni del 2018, non avendo la maggioranza da soli, abbiamo dovuto scegliere la presidenza di una delle due camere e lasciare l’altra (l’alternativa era lasciare che gli altri si coalizzassero contro di noi e perderle entrambe).

Il fatto che ci sia al governo Draghi al posto di Conte (od anche si fosse andato a nuove elezioni), comunque sarebbe stata questa commissione nominata dalla Presidente del Senato, Maria Elisabetta Casellati, a decidere in totale ed insindacabile autonomia.

Chiarisco anche che, in ogni caso, girandola come si vuole, si tratta comunque di una vergogna.

Angela Raffa