Agli agenti grazie per essere sempre di grande aiuto per nostri concittadini.

L’uomo che vedete a terra è un signore di Ravenna e ha 90 anni. La scorsa notte, in probabile stato confusionale, è scappato di casa ed ha iniziato a vagare per le strade e i campi.

La Polizia, dall’alba, si è messa sulle sue tracce. Sono riusciti a trovarlo dopo una ricerca estenuante, ormai stremato e in stato di ipotermia a causa del freddo. Così mentre aspettavano i soccorsi una delle agenti lo ha coperto con la propria divisa per tenerlo al caldo.

Un episodio che, al pari e più di altri, ci ricorda quanto i servitori dello Stato, dalla polizia passando per i carabinieri fino ai vigili del fuoco, siano una colonna portante della nostra società. Eppure da anni si producono tagli su tagli, che impattano su organico, stipendi, pensioni (una volta furono tagliati quasi 500 milioni di euro in un sol colpo). Si fa economia su chi è sul campo ogni giorno.

Ma chi ogni giorno serve lo Stato non può e non deve esser trattato come uno spreco. E non può essere considerato uno spreco perché chi serve lo Stato interviene, ogni giorno, per sopperire nelle singole comunità alle mancanze (di ogni genere) causate da ben altri sprechi.

Agli agenti grazie per essere stati anche questa volta di grande aiuto per nostri concittadini.

Leonardo Cecchi