Agenzia emergenza-urgenza. M5S: Necessario riorganizzare il sistema ma Emiliano non ascolta gli operatori sanitari

Di MOVIMENTO 5 STELLE Puglia:

“Ci siamo astenuti perché riteniamo giusto riorganizzare il sistema dell’emergenza-urgenza per dare finalmente dignità ai dipendenti e maggiore sicurezza ai pazienti ma, come detto anche dagli operatori sanitari, il modello dev’essere quello dipartimentale e non quello aziendale previsto dal Disegno di Legge. Peccato che Emiliano ancora una volta si sia completamente disinteressato del parere degli addetti ai lavori che non è neanche venuto ad ascoltare”. Lo dichiarano i consiglieri del M5S Marco Galante e Mario Conca a margine dell’approvazione in III Commissione Consiliare Sanità del disegno di legge sull’istituzione dell’azienda regionale dell’emergenza-urgenza della Puglia.

Ci chiediamo che senso abbia avuto fare decine di audizioni – proseguono i pentastellati – se non c’era la disponibilità a discutere del modello, come candidamente ammesso oggi. L’ennesima presa in giro di Emiliano che, ancora una volta, dimostra quanto tenga alla partecipazione. Siamo d’accordo sull’idea di superare il modello attuale, creando una interconnessione tra i territori superando il “finto volontariato”, e sulla necessità di regolarizzare autisti-soccorritori che hanno il sacrosanto diritto di essere riconosciuti, tuttavia non riteniamo che quello dell’agenzia sia il modello giusto. Da mesi chiediamo di conoscere i risultati delle altre regioni in cui è stata istituita l’Agenzia per capire se l’aumento dei costi che questa comporterà, sia proporzionato ai benefici per pazienti e operatori, ma ancora una volta non ci è stato fornito alcun dato. Di fatto si creerà una nuova Asl – concludono – che sarà utile a Emiliano solo per distribuire nuove poltrone in vista della prossima campagna elettorale”.



FONTE : MOVIMENTO 5 STELLE Puglia

Potrebbe interessarti anche: