Affidi, da Caucino solo ideologia e mancanza di dialogo

Non accettiamo un testo che affronta il tema degli affidi in modo ideologico e partendo da presupposti non reali. La Giunta non si tappi occhi e orecchie, ascolti piuttosto le osservazioni di chi lavora tutti i giorni in prima linea. Impensabile quindi ignorare le richieste del mondo accademico torinese che oggi ha espresso pesanti riserve su questo disegno di legge. La reazione di Caucino dimostra solo quanto sia scollegata dal tessuto sociale della Regione e quanto la sua posizione sia frutto di ideologia. 

In Piemonte, stando ai dati reali, non esiste né è mai esistito un “caso Bibbiano”. Le criticità riguardano le poche risorse a disposizione, i carichi di lavoro e le aggressioni sempre più frequenti come riferito dai soggetti che operano nel settore sentiti di recente in Regione.

L’assessore Caucino non potrà evitare il dialogo anche con il Consiglio Regionale, non possiamo accettare l’imposizione di un testo inaccettabile sotto svariati profili. 

Francesca Frediani Capogruppo Consiliare MoVimento 5 Stelle Piemonte



Di MoVimento 5 Stelle Piemonte:

FONTE : MoVimento 5 Stelle Piemonte