Affidamento di minori: Un giro d’affari che fa gola a tanti.

di Mario Michele Giarrusso:

L’onorevole Francesca Businarolo del MoVimento 5 Stelle ha depositato una legge per l’istituzione di una commissione d’inchiesta che ponga la dovuta attenzione sull’operato di circa 200 giudici che si occupano di collocare e di allontanare i minori dalla famiglia naturale per spostarli in strutture di accoglienza quali casa-famiglia o altro. Da tanti anni Infatti, non viene valutata l’incompatibilità, come condizione al conflitto di interesse e difficilmente vengono effettuati approfondimenti di “caso per caso” richiesti dalla circolare del CSM per l’affidamento di Minori in casa famiglia. Nonostante tutto però è proprio dentro il CSM, che ogni tre anni mette a bando posti per giudici onorari, che avvengono le strane incompatibilità. Infatti, all’atto dell’incarico, il giudice onorario minorile, deve impegnarsi a non assumere, per tutta la durata dell’incarico, carica e rappresentative di strutture comunitarie, e in caso ne stia già svolgendo una delle rinunciarvi prima di assumere altre funzioni.

Gli incompatibili risultano circa 200. A giudicare un minore , che deve essere allontanato dalla propria famiglia, sono proprio gli stessi che hanno interessi nelle strutture di arrivo, infatti i giudici che lavorano ai servizi sociali si ritrovano una Jaguar e rette giornaliere dell’affido di €400 al giorno, i minori allontanati delle proprie famiglie sono circa 30.000.

Un giro d’affari che ha fatto gola a tanti, un giro d’affari sporco, indegno, vergognoso che un giudice non dovrebbe mai piegarsi a ricoprire, In fondo sono proprio loro che dovrebbero prendere le distanze da certi atteggiamenti, in questo caso purtroppo ne sono stati i fautori.

Potrebbe interessarti anche: