Addio alle bancarelle. Il Tar ci ha dato ragione

In questi anni abbiamo liberato i marciapiedi da tantissime bancarelle. Le abbiamo tolte dalle piazze del centro storico, restituendo a cittadini e turisti la possibilità di vedere monumenti e bellezze di Roma nella loro interezza.
Abbiamo riportato decoro in tante zone della città: da Fontana di Trevi a piazza Vittorio all’Esquilino, dal viale davanti al Policlinico Umberto I a via Tuscolana, da via Tiburtina a viale Marconi, fino a via Ugo Ojetti e ad Ostia, sul litorale di Roma.

Ora finalmente possiamo dire addio alle bancarelle di via Cola di Rienzo, viale Giulio Cesare, via Germanico, via degli Scipioni, via A. Ferrero e piazzale Flaminio. Il Tar ci ha dato ragione e adesso le bancarelle saranno trasferite in luoghi più idonei e sicuri.

Così facendo si potrà passeggiare tranquillamente, le vetrine dei negozi saranno libere, finalmente visibili, e i commercianti del quartiere potranno tornare a lavorare senza concorrenza sleale. Siamo dovuti intervenire noi vista l’inerzia dei Municipi I e II. Il prossimo sindaco, quindi, non ha più scuse: la nuova amministrazione dovrà portare avanti il lavoro già iniziato.

Avevamo preso un impegno e vigileremo. Quest’importante battaglia per riportare decoro e sicurezza in città deve essere portata a termine.

Virginia Raggi