Ad Istrana con il 51° Stormo dell’Aeronautica

Ad Istrana con il 51° Stormo dell’Aeronautica

Questa mattina ad Istrana, accompagnato dal Generale di Divisione Aerea Francesco Vestito, ho partecipato all’alzabandiera con il personale militare e civile del 51° Stormo, uno dei Reparti di volo dipendenti dal Comando Squadra Aerea di Roma per il tramite del Comando Forze da Combattimento di Milano.

I principali compiti assegnati a questa unità dell’Aeronautica Militare, su base AMX ed Eurofighter, vanno dalle operazioni combinate a supporto delle forze di superficie a quelle di ricognizione e difesa aerea.

Nei casi di emergenza e calamità il Reparto interviene anche a supporto di altri dicasteri, non ultimo per la pandemia da Covid-19.

Nel corso della visita, il Colonnello Nadir Ruzzon mi ha mostrato la struttura, le attività e l’organizzazione dell’unità, impegnata quotidianamente per la sicurezza nazionale e il mantenimento della pace nei principali contesti internazionali.

In strutture così strategiche per la difesa del Pese serve grande dinamismo e determinazione.

Oggi ho avuto modo di conoscere dei grandi professionisti che, oltre ad essere motivati dai valori che accomunano tutti gli uomini e le donne con le stellette, esprimono grandi capacità e passione per il proprio lavoro.

Sono loro le sentinelle dei nostri cieli. Da qui infatti, soprattutto in piena emergenza Covid-19, decollano i velivoli con procedura di decollo immediato, termine tecnico “scramble”.

La base militare di Istrana è una delle punte di diamante della difesa aerea nazionale.

Una presenza importante e molto integrata con il territorio trevigiano, è infatti fortissimo il legame con la comunità locale. Lo Stormo, con i suoi circa 1000 dipendenti, rappresenta un importante indotto anche in termini economici.

Più tardi sarò a Venezia per visitare il Reggimento Lagunari dell’Esercito Italiano e poi il Comando Provinciale Carabinieri.



Di Angelo Tofalo:

FONTE : Angelo Tofalo