Accolto odg M5S per somministrazione farmaci a scuola

Di M5S Friuli Venezia Giulia:

Accolto dalla Giunta regionale l’ordine del giorno, presentato dal Movimento 5 Stelle e collegato al disegno di legge su diritto alla studio e potenziamento dell’offerta formativa, che mira all’adozione di un Protocollo d’intesa con l’Ufficio scolastico regionale per la somministrazione di farmaci a scuola.

“La somministrazione dei farmaci a scuola – spiega il consigliere regionale Andrea Ussai – è regolata mediante accordi di collaborazione a valenza locale stipulati tra Aziende per l’Assistenza Sanitaria e Uffici Scolastici Territoriali. La nostra Regione risulta tra le poche in Italia a non avere ancora regolamentato questo aspetto”.

“Garantire un’appropriata assistenza a tutti gli alunni che necessitano di farmaci in orario scolastico da una parte evita l’incongrua somministrazione, dall’altra sostiene un percorso di empowerment individuale nella gestione della patologia. – continua il consigliere M5S – Si tratta di un dovere indelegabile e inderogabile per garantire la continuità terapeutica”.

Ussai esprime soddisfazione anche per l’approvazione, nell’ambito della legge, dell’emendamento che mantiene la possibilità di attivare iniziative di carattere interculturale nell’inserimento degli alunni figli di immigrati a scuola e nella partecipazione dei loro genitori. “Non si tratta di evidenziare le differenze ma di vedere come queste culture si interconnettono, un incontro che porta all’arricchimento reciproco e previene la chiusura delle comunità straniere nei loro confini identitari”.

“Ho presentato questo emendamento – ricorda Ussai – già in Commissione ma la maggioranza lo aveva bocciato, lasciando nel testo la sostituzione di queste iniziative con la sola valorizzazione dell’identità regionale. Fortunatamente in aula la maggioranza ha fatto propria questa proposta e le iniziative potranno viaggiare di pari passo. In questo modo i nuovi arrivati avranno l’occasione di conoscere più a fondo la nuova realtà nella quale si trovano a vivere e nel contempo i nostri ragazzi potranno godere di un’incredibile occasione di formazione che difficilmente gli ricapiterà nella vita in queste forme”.



FONTE : M5S Friuli Venezia Giulia