Abbiamo bloccato l’eolico selvaggio in Calabria

Una battaglia giusta, unitaria, potente. Abbiamo preservato la natura, il paesaggio e i beni culturali della Calabria da ulteriori danni. Abbiamo bloccato la costruzione di nuovi impianti eolici. Con Italia Nostra Catanzaro, cittadini, sindaci e la mia attività parlamentare.

È di oggi, infatti, la notizia della firma di un’ordinanza, da parte dell’assessore regionale all’Ambiente, Sergio De Caprio, che sospende tutte le autorizzazioni per nuovi parchi eolici ed elettrodotti, aderendo alla moratoria proposta da Italia Nostra con un’importante petizione che avevo sottoscritto insieme a tanti attivisti. Sullo stesso fronte di lotta, come deputato avevo interrogato il governo per fermare la costruzione di un parco eolico nel territorio tra Squillace e Roccelletta di Borgia, zona dall’altissimo valore archeologico e paesaggistico. Lì vi sono due aree Sic, il Parco Archeologico di Scolacium e una filiera produttiva che ha il suo punto di forza nella bellezza e ricchezza naturale, nelle tradizioni, nella cultura, nell’enogastronomia e nel turismo di qualità.

Le fonti rinnovabili sono fondamentali per la transizione energetica dell’Italia, ma queste non devono compromettere un territorio come quello calabrese che sta subendo da troppo tempo le assenze di piani di tutela regionali. Continuiamo insieme a tutelare l’ambiente, la più grande risorsa che abbiamo a disposizione. 



Di Paolo Parentela:

FONTE : Paolo Parentela