A Caivano con Giuseppe Conte per sostenere Don Patriciello e il Comandante Chiariello

A Biagio Chiariello ad Arzano hanno affisso un manifesto con la data della sua morte, fuori la chiesa di Padre Maurizio Patriciello hanno fatto esplodere una bomba carta.

Solo e soltanto perché ogni giorno svolgono il proprio lavoro; tutelare i cittadini nel caso del comandante Chiariello e aiutare la propria comunità con tutto se stesso come fa padre Maurizio.

Non possiamo pensare che questo non sia un problema nostro, non possiamo permetterci di girare la testa dall’altra parte.

Siamo tornati qui insieme a Giuseppe Conte e come ha promesso il presidente, ci torneremo ancora, perché le persone che si impegnano per ridare speranza ai giovani che vivono in realtà in cui è facile perderla meritano il nostro costante sostegno.

È stato un confronto vero e sentito ed abbiamo ascoltato una comunità che ogni giorno si stringe intorno al proprio parroco.

Ho voluto ricordare, che in questa stessa chiesa, due mesi fa, il governo, insieme ai sindaci del territorio, ha finanziato 67 progetti per 200 milioni di euro da investire in terra dei fuochi e che grazie al lavoro svolto da Giuseppe Conte stanno arrivando i fondi del PNRR che se amministrati bene potranno cambiare volto e prospettiva per tanti territori.

Il reddito di cittadinanza, infine, in un periodo buio come quello della pandemia ha permesso a tante famiglie di recuperare la propria dignità.



Lettori:
7

Condividi questo articolo



Di Salvatore Micillo:

FONTE : Salvatore Micillo