A Brasilia ricco calendario per ‘’Settimana Ambasciata Verde’’

Si è appena conclusa la ‘’Settimana Ambasciata Verde’’ organizzata dalla Rappresentanza Diplomatica di Brasilia, prima Missione Diplomatica italiana certificata “Verde” e prima Ambasciata al mondo ad ottenere il certificato “Lixo Zero” (Rifiuti Zero) per il minimo invio di rifiuti solidi alla discarica. L’iniziativa ha avuto lo scopo di diffondere idee e buone prassi finalizzate all’attuazione e divulgazione della cultura della sostenibilità. Il fitto calendario di eventi ha visto alternarsi conferenze, visite guidate alle realtà “Lixo Zero” presenti nella città di Brasilia e seminari educativi rivolti alle scuole.

La “Settimana” si è aperta con una serata inaugurale tenutasi nella Sala Nervi dell’Ambasciata, introdotta da un video messaggio del Sottosegretario agli Affari Esteri, Manlio Di Stefano, che ha ribadito il grande impegno ambientale della Farnesina e della rete diplomatico-consolare italiana nel mondo. Nel corso dell’evento di inaugurazione, l’Ambasciatore d’Italia, Francesco Azzarello, ha ricevuto dall’Istituto Lixo Zero Brasil, per il secondo anno consecutivo, l’attestato internazionale di “Ambasciata Rifiuti Zero”. La Rappresentanza di Brasilia, infatti, è stata la prima al mondo, nel 2021, a beneficiare di tale certificazione, avendo raggiunto l’obiettivo di conferire meno del 3% dei rifiuti in discarica, destinando il restante 97% alla trasformazione, riciclo o riutilizzo dei residui solidi.

L’Ambasciata siglerà a breve un contratto con una cooperativa locale per il riciclo di mozziconi di sigarette ed olio da cucina, su progetto dell’Università Federale di Brasilia, e si impegnerà nell’incremento della produzione di energia pulita grazie a pannelli solari installati sul tetto del suo edificio e alla realizzazione di progetti di educazione ambientale per le scuole del Distretto Federale. Infine, è stato lanciato il libro in portoghese “Città Rifiuti Zero”, sponsorizzato dall’Ambasciata, in cui il Presidente dell’Istituto Lixo Zero Brasil, Rodrigo Sabatini, e l’architetta ed urbanista Tainá Wanderley, presentano il modello brasiliano di gestione dei residui solidi urbani, sulla base della pionieristica ispirazione italiana. La ”Settimana” si è chiusa con la divulgazione, in anteprima mondiale, del video “Manual do Mundo” realizzato negli spazi dell’Ambasciata d’Italia.



Dal Ministero dello Sviluppo Economico:

FONTE : Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale