38 anni fa veniva ucciso il Generale Dalla Chiesa

Trentotto anni fa, a Palermo, in via Isidoro Carini, veniva ucciso in un vile agguato, per mano della mafia, il Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa, assieme alla moglie Emanuela Setti Carraro e all’agente di scorta Domenico Russo.

Grande esempio di servitore dello Stato, prefetto e carabiniere, è sempre stato fedele ai valori di legalità, giustizia e democrazia. Il ricordo, ancora vivo, della sua azione coraggiosa e l’eredità morale lasciata, sono per tutti patrimonio prezioso di valori e richiamo a contrastare sempre più energicamente ogni forma di crimine e di violenza. Un dovere che abbiamo verso i nostri uomini e le nostre donne che per le istituzioni hanno sacrificato la propria vita.

Nel ricordo delle vittime di quel vile assassinio e di tutti gli attentati che hanno segnato la storia del nostro Paese, troviamo la forza necessaria per riaffermare i valori della legalità ed agire quotidianamente con atti concreti contro ogni forma di violenza e terrorismo. In questa giornata di memoria, il mio abbraccio commosso e affettuoso giunga alle famiglie Dalla Chiesa, Setti Carraro e Russo.



Di Angelo Tofalo:

FONTE : Angelo Tofalo