30 telecamere consegnate a Pomigliano alla presenza del Ministro Costa

Consegnate 30 telecamere alla Città di Pomigliano d’Arco alla presenza del Ministro dell’Ambiente Sergio Costa.

Messo a posto un nuovo ed importante tassello nel grande puzzle nella lotta ai roghi di rifiuti abbandonati in strada. Le 30 telecamere si aggiungeranno alle oltre 150 già presenti per fornire un controllo ulteriore nelle aree dove avvengono maggiormente gli abbandoni.

Questa mattina, alla consegna dei dispositivi di controllo, presenti, oltre al Ministro Costa, il Viceprefetto Romano, il Sindaco di Pomigliano Del Mastro, l’Assessore all’Ambiente Tartari, il comandante della Polizia Locale Maiello e il Sindaco di Castello di Cisterna Rega.

Abbiamo parlato dell’importanza del controllo attraverso i dispositivi di videosorveglianza che hanno permesso alla Polizia Locale di Pomigliano diversi interventi che hanno assicurato alla giustizia coloro che abbandonavano i rifiuti e li incendiavano.

Importante è stata la visita in “masseria Ciccarelli” dove, nonostante la presenza di telecamere, è previsto un potenziamento con l’installazione di ulteriori occhi elettronici al fine di amplificare il controllo dell’intera area purtroppo accora oggetto di reati ambientali.

È stata la giusta occasione per l’amministrazione di Pomigliano per attivare e firmare il Protocollo Plastic Free, una campagna avviata in Italia dal Ministero dell’Ambiente che propone di eliminare la plastica monouso dalle strutture pubbliche. #PlasticFree prevede, tra l’altro, di sensibilizzare i cittadini al non utilizzo di bicchieri, posate, piatti e bottigliette in plastica.

Il Ministro Costa ha annunciato la disponibilità di altre videocamere per i Comuni che ne faranno richiesta in futuro. Per ottenerle sarà necessario una richiesta al Prefetto. Spetterà ai Comuni poi controllare e provvedere alla manutenzione dei dispositivi, nonché alla rimozione dei rifiuti dalle zone sensibili.