Il Movimento propone per Milano un programma di governo della città molto ambizioso.

Milano, per sua propria vocazione, guarda al futuro, e adesso più che mai ha bisogno di un progetto integrale di sviluppo, che sfrutti le ingenti risorse del PNRR che abbiamo portato in Italia in attuazione degli obiettivi di sostenibilità ambientale e di inclusione sociale.

Il Movimento propone per Milano un programma di governo della città molto ambizioso, ma anche molto concreto. Abbiamo affidato la realizzazione di questo programma a Layla Pavone, la nostra candidata sindaca, una donna, una mamma, una manager qualificata che opera da anni nel mondo della innovazione tecnologica, ed è la persona più adatta a fare di Milano una Smart City all’avanguardia nel mondo.

Ieri sera e questa mattina abbiamo visitato alcuni quartieri di Milano: l’area dei Navigli, il mercato di via Osoppo e altri ancora. Siamo stati anche al Salone del Mobile per salutare la ripartenza di questo appuntamento internazionale, importante non solo per Milano ma per l’intero Made in Italy. Abbiamo ascoltato tantissimi cittadini milanesi e tanti operatori economici: ci ringraziano per la gestione della pandemia, per le misure di protezione economica e sociale, per il bonus mobili, per il superbonus 110% edilizia, ci chiedono di continuare a intervenire con il “superbonus impresa” e la cessione dei crediti fiscali al fine di rafforzare l’innovazione e la competitività delle piccole e medie imprese e la cessione dei crediti fiscali. I milanesi ci chiedono di riqualificare le aree più decentrate, di affrontare con rigore i problemi di una città inquinata, pretendono la riqualificazione delle aree dismesse e rivendicano piena sicurezza non solo nelle strade del centro ma in tutti i quartieri.

Sostenere Layla Pavone significa sposare un progetto che aiuti Milano a guardare avanti restituendola a quella grandezza che da sempre la rende un punto di riferimento in tutto il mondo.

Giuseppe Conte