Il leader di Italia viva dica chiaramente se sull’omofobia vogliono migliorare o affossare tutto

Questa forse ve la siete persa, ma è fantastica.

I renziani, che ormai hanno più colpe di Mefisto nella saga di Tex, si sono messi di traverso sulla legge Zan.

In queste settimane ho parlato con Zan (Pd) e Maiorino (M5S) del ddl contro l’omotransfobia. È un tema che trovo decisivo: o quella legge (peraltro mediata “al ribasso”) passa, oppure non potremo dirci un paese pienamente civile.

Mi ero stupito di come, fino a quel punto, la vecchia maggioranza del Conte 2 avesse tenuto. Ovviamente alludevo alla tendenza “ondivaga” dei renziani. E ovviamente ci avevo preso.

Ieri Faraone ha aperto alle modifiche del ddl Zan. Di fatto significa una cosa: bloccare la legge, ovvero fare il gioco della destra. Che infatti, ieri, ha applaudito Faraone. Giustamente, perché i renziani da sempre sono parte del centrodestra.

Aprendo alle modifiche al testo, di fatto Forza Italia Morta ha dato una mano a chi spera nel fallimento del disegno di legge: il provvedimento ha infatti già avuto il primo via libera alla Camera e, se modificato al Senato, dovrà tornare a Montecitorio allungando i tempi e rischiando definitivamente di non vedere mai la luce.

Perfette le parole di Tommaso Cerno: “Il capogruppo renziano Davide Faraone e il leader faraonico di Italia viva Matteo Renzi dicano chiaramente se sull’omofobia, già di per sé una legge debole e figlia di troppi compromessi, vogliono migliorare o affossare tutto, senza usare come alibi la Lega di Salvini o il centrodestra di non si sa più bene chi, dei cui voti l’Italia oggi non ha bisogno per fare un passo avanti in tema di diritti”.

Cito poi anche Marilena Grassadonia di Sinistra italiana: “Le richieste al ribasso sul Ddl Zan da parte di Italia Viva confermano come sui diritti civili Renzi non riesca mai a fare un passo avanti reale e decisivo. Fare compromessi sulla vita e la dignità delle persone fa parte del suo dna. Prima era Alfano, oggi è la Lega. Gli attori sono diversi, la sostanza non cambia. Oggi Italia Viva è ufficialmente la stampella della destra di questo Paese. Cambiare una virgola per affossare la legge. La strategia è chiara, lo capirebbe anche un/a bambino/a”.

✅ il mio ultimo libro, DEMOLITION MAN, lo puoi trovare anche qui –> bit.ly/RenziDemolitionMan

Andrea Scanzi