Regione Toscana, sospetti sullo smaltimento di rifiuti speciali.

Visto quello che sta emergendo in queste ore sulla Direzione Ambiente della Regione Toscana e i sospetti che si sia operato per limitare i controlli ad aziende specializzate nello smaltimento di rifiuti speciali assume una luce nuova la decisione dell’Assessore all’ambiente Monni di non concedere una revisione dell’Autorizzazione Integrata Ambientale alla discarica di Cava Fornace.

Per questo chiediamo che vengano messe al più presto all’ordine del giorno della Commissione Ambiente, dove di solito vengono insabbiate, le mozioni con cui chiediamo maggiori controlli ambientali sui siti in cui vengono trattati i rifiuti, prima fra tutti la discarica di Cava Fornace a Montignoso.

La Giunta Regionale, deve effettuare tutti i dovuti controlli per tutelare al massimo grado possibile la salute della popolazione e l’ambiente e attivarsi urgentemente per redigere un piano regionale di trattamento dei rifiuti, amianto compreso, che segua le direttive europee.

Non solo le discariche vanno chiuse ma anche monitorate attentamente dagli organi preposti!

Silvia Noferi