Il progetto è grandioso. La preparazione di Conte è spettacolare.

Il progetto è grandioso. La preparazione di Conte è spettacolare, ascoltarlo è una boccata di ossigeno, così come la sua lungimiranza e la sua visione a 360° di ciò che dovremo fare. E poi ha una grande empatia, e si sente.

“Ogni fase ha la sua storia”, ha detto Conte, e questo ritengo non debba spaventare, è la vita, ed è così per tutto e per tutti.
Tanti i concetti e gli obiettivi citati da Conte: Rispetto per la persona al primo punto, ma anche giustizia sociale e diritti, in primis diritti dei lavoratori, e poi rispetto della legalità. L’organizzazione completa del nuovo Movimento riguarderà tutti i livelli, ci sarà anche un dipartimento per i contatti coi movimenti esteri e un centro di formazione permanente (vado a memoria, scusate se non sono precisa), ma ci sarà anche tanto ascolto con frequenti piazze virtuali.

Si scriverà una volta e per tutte la Carta dei Valori e dei Principi, per un MoVimento che dovrà essere “accogliente ma intransigente”. Si valorizzeranno istituti di democrazia diretta, ma Conte ha detto che non servono associazioni (immagino parlasse di Rousseau) mentre servirà tanto, tantissimo attivismo civico, che per me è il perno del MoVimento 5 Stelle.

È sempre il mio, il nostro MoVimento, ma adesso è cresciuto, si è arricchito di significati e di obiettivi come anche di responsabilità, e farà ancora grandi cose. Quel che è certo è che mai più la politica sarà come quando il MoVimento non esisteva. Questa è una grandissima vittoria. Tutti i partiti devono e dovranno confrontarsi con noi. Sempre.

Dopo Conte, intervento super di Ettore Licheri, che ha utilizzato la metafora del pozzo da pulire perché pieno di fango. E noi non dobbiamo avere paura di pulire il pozzo perché c’è il fango, ha detto, perchè non ci sono altri modi per pulirlo, ma noi non ci sporchiamo.

E ancora, bellissimo intervento di Tiziana Beghin, grande nostra competenza a livello europeo.
Buoni anche gli interventi di Crippa e Lombardi.

E come ha ricordato infine la meravigliosa Virginia Raggi in un intervento molto breve ma denso di significato, “la politica è servizio”.
Insomma, ci sono tutti i presupposti per un grande futuro, per un’ottima ripartenza, strutturata e riordinata con Giuseppe Conte alla guida, un futuro che non riguarderà soltanto il MoVimento, ma impatterà su tutta la cittadinanza del nostro paese.

Chi ancora ha pregiudizi nei confronti del MoVimento, farebbe bene a ricredersi una volta per tutte. Perché c’è solo da essere orgogliosi di una tale comunità stellata al servizio dell’Italia.

Claudia Cucuccio