Vitalizi, M5S: “Figuccia chiama la piazza? Non è credibile. Tagli prima il suo stipendio, come facciamo noi”

Di sicilia5stelle:

“Figuccia chiama la piazza a raccolta per il taglio dei vitalizi? Bene, peccato che non sia per nulla credibile: prima tagli il suo stipendio, come facciamo da sempre noi e dopo, solo dopo, potrà pensare agli sprechi degli altri. Altrimenti la sua, come tantissime sue battaglie sarà solo apparenza, vuota demagogia”.

Lo dicono i deputati del M5S all’Ars che da sempre, e in solitaria conducono, la battaglia per il  taglio dei vitalizi degli ex deputati, diventato, grazie al governo Conte,  una realtà  in tutta Italia, tranne che in Sicilia.
“Da sempre – afferma il capogruppo 5stelle Francesco Cappello – chiediamo ai deputati dell’Ars di tagliarsi lo stipendio, ma sempre senza nessuna risposta, anche dal Masaniello di Baida, che ora si scopre rivoluzionario a favore di taccuini e telecamere. Cominci la rivoluzione dalla sua busta paga, se vuole dare un segnale reale ai siciliani”.

“A Figuccia – continua Cappello – ricordiamo che lui e praticamente tutti i deputati dell’Ars hanno risposto picche all’invito di Miccichè di fare una donazione una tantum di mille euro per un evento benefico, figurarsi se pensano a tagliarsi stabilmente una parte del loro lauto stipendio”.

“Piuttosto  – affermano le deputate della commissione vitalizi dell’Ars, Jose Marano e Angela Foti   – l’Udc  pensi votare i nostri emendamenti  al ddl truffa varato dall’asse Forza Italia-Pd, che punta ad un taglio a dir poco ridicolo e addirittura per soli tre anni. Se fosse approvato in questi termini sarebbe veramente una farsa e una beffa per i siciliani.  Sui vitalizi  non siamo disposti a fare sconti a nessuno, questo sia ben chiaro”.




FONTE : sicilia5stelle