Vice Brigadiere Mario Cerciello Rega ucciso nel centro di Roma. Un abbraccio alla famiglia e nessuna indulgenza per i colpevoli

Di Angelo Tofalo:

35 anni, alto, fisico forte e occhi azzurri come il cielo che stanotte ha raggiunto.

Il Vice Brigadiere Mario Cerciello Rega solo poche ore fa, mentre noi eravamo nella nostra serenità, non si arrendeva e a due balordi non la dava vinta lottando fino a morire. A Mario la vita doveva sorridergli come sorride a chi si gode l’estate ma un fendente al cuore ci strappava via un nostro figlio, un figlio della nostra Bandiera oggi a lutto. Stava facendo il suo dovere, stava lavorando affinché la vita gli regalasse dignità, quella dignità che indossano ogni giorno i nostri Carabinieri.

Vice Brigadiere Mario Cerciello Rega

Ho il cuore a pezzi e ora mi sento solo di mandare un forte abbraccio alla famiglia di Mario e a tutti i Carabinieri d’Italia. Spero di asciugare presto le lacrime della mamma e della sua giovane amata. Lo Stato sarà al vostro fianco sempre, come lo era Mario e ogni Carabiniere che, quotidianamente, è al nostro servizio fino all’ultimo respiro di vita.

Sono triste ma anche molto arrabbiato, auspico il massimo della pena e tolleranza zero per questi balordi!



FONTE : Angelo Tofalo