Via al ProteggItalia: dal governo i primi 28,3 milioni di euro per contrastare il dissesto idrogeologico in Toscana

Di Movimento 5 Stelle Toscana:

Il presidente del gruppo regionale M5S Giacomo Giannarelli: “Grazie al ministro dell’Ambiente Sergio Costa progetti subito cantierabili”

“Cura dell’ambiente e prevenzione al dissesto idrogeologico si confermano punti centrali della nostra azione politica”. Così il presidente del gruppo regionale del Movimento 5 stelle Giacomo Giannarelli commenta l’avvio del ProteggItalia con l’erogazione dei primi fondi destinati alla Toscana.

Il primo stralcio del Piano nazionale per la mitigazione del rischio idrogeologico, il ripristino e la tutela ambientale prevede l’arrivo di 315 milioni di euro in tutta Italia, denari destinati ai 263 interventi ritenuti urgenti. La nostra regione, con gli oltre 28 milioni di euro assegnati, è la quarta in Italia per volume di soldi investiti dopo Piemonte, Veneto e Lombardia. Fondi che saranno qui ripartiti tra le 25 operazioni in programma nelle province di Firenze, Siena, Pisa, Lucca, Grosseto, Arezzo, Pistoia e MassaCarrara.

“Il territorio toscano – commenta Giannarelli – è tanto bello quanto fragile. I tragici fatti di cronaca che si sono susseguiti negli anni lo hanno, purtroppo, dimostrato. La necessità di un cambio di passo nelle politiche ambientali e la nascita di un piano strutturale di prevenzione al dissesto idrogeologico era evidente: ora con il Movimento 5 stelle al governo questo bisogno ha trovato, finalmente, una risposta puntuale e concreta. Parliamo – sottolinea riferendosi a questi primi 28 milioni di euro – di un importante stanziamento cui seguiranno molti altri, così da completare il ProteggItalia che prevede, nel triennio 2019-21, un investimento pubblico di dieci miliardi e 853 milioni di euro per tutto il Paese”. Insomma adesso si punta “Sulla prevenzione e non più – insiste Giannarelli – sugli interventi che seguono i disastri. Ovvio, ci vorranno anni per recuperare il gap accumulato tra le necessità dei territori e quanto (non) fatto in passato. Ma questi provvedimenti e il quadro normativo che abbiamo messo in piedi al governo – conclude – permetteranno l’avvio rapido dei cantieri e la creazione di posti di lavoro grazie a opere utili per tutti i cittadini”.



FONTE : Movimento 5 Stelle Toscana