VERTENZA ITALIAONLINE, L’AZIENDA ANNUNCIA USCITA DALLA BORSA: CHIESTO INTERVENTO DEL GOVERNO

Di Tiziana Ciprini:

Italiaonline (ex Seat Pagine Gialle), a seguito delle procedure di riorganizzazione, conta ad oggi circa 698 dipendenti a fronte degli originari 1.200 circa, mentre le maestranze delle società controllate dalla stessa sono passate da 700 alle attuali 350.

Recentemente l’imprenditore Sawiris, attraverso la Libero Acquisition, ha lanciato un’offerta pubblica di acquisto volontaria sulle totalità delle azioni ordinarie di Italiaonline, con l’obiettivo di acquisire la parte rimanente delle azioni non ancora di sua proprietà e di portare la società fuori dal listino di borsa.

È bene ricordare che, con una comunicazione del 16 aprile 2018, l’azienda ha avviato una procedura collettiva di licenziamento per 400 lavoratori impiegati sull’intero territorio nazionale in conseguenza di un piano di riorganizzazione aziendale, determinando il venir meno di una gran quantità di posti di lavoro, nonché il trasferimento collettivo di 182 lavoratori, in seguito alla prevista cessazione della gran parte delle attività aziendali.

Nel luglio dello scorso anno, presso il ministero del Lavoro, è stato siglato un accordo sindacale con il ricorso alla #Cigs per i lavoratori coinvolti negli esuberi, il trasferimento collettivo di 90 dipendenti dalla sede di Torino a quella di Assago e ulteriori misure di gestione dei licenziamenti: considerate le risorse già erogate dal Governo per gli ammortizzatori sociali e le recenti scelte aziendali di uscire dalla borsa, appare opportuno prestare attenzione all’evoluzione della situazione.

A tale proposito ho presentato un’interrogazione al ministero del #Lavoro e al #Mise per sapere quali iniziative intendano intraprendere, al fine di conoscere le reali intenzioni dell’azienda che ha annunciato la presentazione di un nuovo piano industriale il prossimo 3 settembre, e quali garanzie la stessa intenda fornire sulle prospettive del nuovo assetto.

È necessario che il Governo attenzioni gli sviluppi dell’azienda, affinché vengano garantiti i livelli occupazionali: ci sono centinaia di dipendenti che rischiano di pagare sulla loro pelle lo scotto di speculazioni senza scrupoli.

L’articolo VERTENZA ITALIAONLINE, L’AZIENDA ANNUNCIA USCITA DALLA BORSA: CHIESTO INTERVENTO DEL GOVERNO sembra essere il primo su Tiziana Ciprini.



FONTE : Tiziana Ciprini