Vai avanti a testa alta Luigi, siamo con te.

di Barbara Lezzi”

Luigi di Maio ha dimostrato in questi anni una integrità e un rigore che certi detrattori dell’ultima ora non possono nemmeno lontanamente sognarsi. Anche sulla vicenda delle Iene, Luigi sta mantenendo un atteggiamento di assoluta correttezza: ha ribadito che andrà fino in fondo per chiarire l’accaduto, prendendo immediatamente le distanze dalla condotta del padre, e ha annunciato la chiusura dell’azienda. Lui, così come tutto il Movimento, non hanno mai cercato né fatto sconti, al contrario di certi neo moralizzatori dalla faccia di bronzo che hanno difeso l’indifendibile e gli indifendibili. Luigi non ha usato la sua posizione per trarre alcun vantaggio, né per sé né per la sua famiglia. Per questo è ancora più fastidioso sentir parlare soggetti che invece di conflitti di interessi ne avevano o hanno eccome. Su tutti spicca Maria Elena Boschi, che sulla vicenda di Banca Etruria ha fatto il giro delle sette chiese, in qualità di ministro, per cercare di aiutare la banca di famiglia, poi salvata attraverso un decreto che ha messo sul lastrico migliaia di risparmiatori che lei definì “speculatori”. A chi l’ha incalzata su quella vicenda è arrivata persino a rispondere che gli attacchi nei suoi confronti avvenivano a causa del fatto che lei era una donna. Questi sono i soggetti che oggi aprono bocca. Vai avanti a testa alta Luigi, siamo con te.