Uno sportello SOS per fornire consulenza ai truffati dalle banche e non solo

#StorieGuerriere è la rubrica del Blog delle Stelle dedicata alle iniziative portate avanti in questi anni da attivisti e portavoce locali del MoVimento 5 Stelle che hanno generato risultati positivi concreti e tangibili per il loro territorio o per i cittadini che lo abitano. L’impegno e la generosità di cittadini attivi che hanno portato un valore aggiunto per il nostro Paese.
Inviate la vostra storia guerriera a bit.ly/storieguerriere


a cura di Cristian Bernardi e il Meetup M5S di Castelfranco Veneto

• IL PROBLEMA

Il 2016 è stato l’anno del crack delle banche Popolare di Vicenza e Veneto Banca. Anno della distruzione di un tessuto sociale che ha riguardato migliaia di famiglie venete che hanno perso tutti i loro risparmi. Dopo alcune serate nelle quali abbiamo cercato di mettere in contatto i cittadini truffati con le associazioni di consumatori ci è venuta l’idea di aprire un punto di riferimento per questi cittadini, che potesse dare consigli utili per risolvere questo tragico problema.

• L’INIZIATIVA

L’idea iniziale era quella di fornire una consulenza gratuita ai cittadini truffati delle banche, dopodichè ci siamo chiesti: perchè non ampliare i servizi e dare risposte anche per le problematiche quotidiane di tipo tributario e civile, diritto del lavoro, contabilità, accesso al microcredito, Equitalia, responsabilità medica etc.?

Dopo aver sviluppato il progetto con il Meetup di Castelfranco Veneto abbiamo registrato la disponibilità di alcuni avvocati e commercialisti, amici o anche solo conoscenti a cui è piaciuta l’iniziativa. Il 21 Gennaio 2017 siamo riusciti ad aprire il “Punto SOS al Cittadino” che ad oggi accoglie tutti i cittadini ogni secondo sabato del mese dalle 9 alle 12.30. Il “Punto SOS al Cittadino” è stato creato con l’obiettivo di fornire un aiuto e una prima consulenza a titolo completamente GRATUITO a tutti i cittadini ed aziende che hanno necessità e che non sanno a chi rivolgersi. Avvocati e commercialisti si prestano a titolo gratuito e NON accettano successivi incarichi da parte dei cittadini che assistono: chi si mette a disposizione per questa causa non ha e non deve avere l’interesse di utilizzarlo come trampolino pubblicitario per il proprio lavoro.

Dal 4 Aprile 2020 cominceremo anche a fare dei corsi gratuiti di cittadinanza digitale (dal titolo Attiviamo Cittadini Digitali) rivolto soprattutto agli anziani. Cercheremo di insegnare loro l’utilizzo di internet (pregi e difetti) attraverso lo smatphone e tablet.

• IL RISULTATO

Fino ad oggi, in circa 3 anni, abbiamo aiutato più di 250 persone a risolvere soprattutto problemi bancari (truffati), problemi con Equitalia e ad aprire start up con il microcredito. Questo progetto è  stato fortemente voluto dagli attivisti del Meetup Castelfranco Veneto 5 Stelle e realizzato grazie alla generosità di un team di avvocati, commercialisti e responsabili di spazi dedicati, che si sono messi a disposizione con un unico obiettivo: aiutare i cittadini.

• COSA SERVE PER REPLICARE L’INIZIATIVA?

Sicuramente tanta buona volontà.

1) Bisogna innanzitutto comprendere quali sono i problemi principali che affliggono i cittadini del territorio. Nel nostro caso:

  • TRIBUTARIO (Equitalia e Agenzie delle Entrate)
  • CIVILE (Sanzioni amministrative, multe, bollette di luce, gas, acqua telefono e rifiuti, Responsabilità Medica, Furti On-Line su Conti Correnti)
  • DIRITTO DEL LAVORO
  • BANCARIO E FINANZIARIO (Mutui, Usura Bancaria, Anatocismo Bancario, Segnalazioni Crif e Rimborsi buoni postali)
  • CONTABILITA’ E CONTROLLO DICHIARAZIONE IMPOSTE (Redditi, Iva, Imu e Tasi).
  • ACCESSO AL MICROCREDITO (per aziende o idee imprenditoriali)

2) Scrittura di un progetto che DEVE essere di puro volontariato.

3) Presentare il progetto ad amici di professione avvocati e commercialisti e chiedere loro una mano (noi apriamo solo un sabato mattina al mese quindi non richiede un grosso impegno). Si potrebbe chiedere anche ad avvocati di associazioni dei consumatori come ad esempio Adusbef. Va sempre precisato loro che devono prestare consulenza a titolo gratuito al fine di dare i giusti suggerimenti su come poter risolvere i problemi e NON devono accettare successivi incarichi da parte dei cittadini che assistono.

4) Cercare di reperire degli uffici per accogliere le persone. Io li ho trovati presentando il progetto su Facebook tramite diverse pagine di gruppi locali. Mi hanno risposto in molti. Potete chiedere anche al vostro Comune (non si sa mai).

6) Formare un attivista che possa occuparsi di fornire indicazioni per l’accesso al microcredito.

7) Aprire un sito web (vedi www.castelfrancoveneto5stelle.it) dove elencare le problematiche che si intendono risolvere con relativa posta elettronica per prenotare l’incontro con i professionisti. Meglio se si fornisce anche un numero di telefono.

8) Pubblicizzare il servizio attraverso volantinaggio e giornali locali.




Ti è piaciuta questa Storia Guerriera? Clicca qui per scoprirne altre! 

L’articolo Uno sportello SOS per fornire consulenza ai truffati dalle banche e non solo proviene da Il Blog delle Stelle.



Di Il Blog delle Stelle:

FONTE : Il Blog delle Stelle