Una settimana in Parlamento – 38

Di Emanuele Scagliusi:


La settimana si è conclusa con l’incontro a Barletta sul potenziamento del trasporto ferroviario in Puglia.


Con il collega senatore Ruggiero Quarto abbiamo parlato delle importanti novità che interesseranno la Puglia ad iniziare dal potenziamento della linea Barletta-Roma con i Frecciargento. Nell’incontro ho potuto illustrare le politiche messe in atto dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti per il trasporto pubblico locale e ferroviario nonché i prossimi cantieri che RFI intende realizzare per ammodernare la rete in Puglia. Nei prossimi anni, soprattutto sulla linea Adriatica, avremo numerosi interventi che abbatteranno ulteriormente la distanza con i Comuni del nord Italia, facendoci risparmiamo dai 30 ai 45 minuti. Nonché il dimezzamento della percorrenza tra Bari e Napoli entro il 2026.

Mentre proprio in queste ore vi accingete ad approvare il Dl Crescita. Quali novità per i trasporti?


Siamo nella fase conclusiva dell’approvazione del decreto Crescita. Come Commissione Trasporti siamo riusciti, attraverso un emendamento, ad estendere il bonus previsto dalla scorsa Legge di Bilancio per l’acquisto di moto e motorini elettrici e ibridi che prevede uno sconto fino a 3.000 euro. Questo ecoincentivo è ora, grazie al M5S, rivolto anche a tutte le moto e microcar elettriche o ibride. Si potrà pertanto usufruire del 30% di sconto fino ad un massimo di 3.000 euro per l’acquisto di veicoli di categoria L1e, L2e, L3e, L4e, L5e, L6e e L7e (quindi motorini, moto, tricicli e motocicli elettrici o ibridi) senza più limiti di potenza (prima era di 11 kw) e portando in rottamazione vecchi veicoli euro 0, 1, 2 e 3, anche se di “familiari conviventi”. La “svolta green” del Governo Conte continua e andrà avanti con il piano mobilità da 3,7 miliardi di euro per sostituire i vecchi bus a diesel con quelli nuovi elettrici e con il piano per immettere le colonnine di ricarica elettrica in autostrada.

Come prosegue, invece, l’iter del testo di riforma del Codice della Strada?


Continua la discussione degli emendamenti. Durante i lavori per la modifica del nuovo Codice della Strada rispetto ai temi della sicurezza stradale e della mobilità, abbiamo avuto modo di confrontarci con le richieste degli Enti locali e riteniamo che la Polizia locale abbia necessità di un supporto, perché spesso impegnata in moltissimi compiti assai più urgenti e gravosi. La decisione della commissione Trasporti, quindi, di dare parere favorevole ad una proposta delle opposizioni di ampliare il potere d’intervento degli ausiliari della sosta, rispetto ad un’altra che invece mirava a limitarli, dimostra l’intento di questa maggioranza, ovvero quello di usare il buon senso. Infatti, daremo la possibilità ai sindaci stessi di nominare i soggetti che andranno a supporto degli ausiliari, che avranno il potere di prevenzione e verifica delle violazioni relative alla sosta, solo nelle aree di concessione e non su tutto il territorio comunale. Personale che dovrà avere un’adeguata formazione, oltre a sostenere un esame specifico presso la motorizzazione. Si tratta di una questione che non potevamo affrontare senza tener conto delle richieste di tutti gli attori coinvolti e dobbiamo mettere le amministrazioni locali nelle migliori condizioni possibili per poter gestire al meglio la sicurezza e la mobilità urbana. In questo modo, mettiamo finalmente un argine alla sosta selvaggia, andando incontro agli interessi di tutti gli utenti della strada.

Buone notizie, invece, per chi è in attesa della revisione della normativa per le patenti nautiche relative ai motori Envirude.


Sì, la proposta di legge per il differimento dell’efficacia dell’obbligo della patente nautica per la conduzione di unità aventi motore di cilindrata superiore a 750 cc a iniezione a due tempi (motori Envirude) è chiusa. Si attende di comprendere quali sarà l’iter procedurale più celere da attuare per addivenire quanto prima possibile a concludere il tutto.

In Commissione al Senato, poi, prosegue la discussione del disegno di legge sulla mobilità sostenibile che punta a sostituire gli automezzi e le attrezzature alimentati con motori endotermici con automezzi e attrezzature a trazione elettrica negli aeroporti di Roma Fiumicino, Milano Malpensa e Venezia. Aeroporti che sono gate intercontinentali e primo biglietto da visita del nostro Paese.

Inoltre, con Maria La Ghezza (M5S), abbiamo presentato anche a Polignano la mozione per aderire alla sperimentazione voluta dal ministro Danilo Toninelli di hoverboard, segway, monopattini, monowheel nei comuni italiani. Tutti mezzi elettrici che potrebbero cambiare il modo di spostarsi dentro Polignano, rendendo l’aria più salubre e la nostra cittadina più vivibile. Il Sindaco Vitto coglierà questa occasione? Staremo a vedere.

Sempre con la consigliera comunale Maria La Ghezza (M5S) avete interessato la Città Metropolitana dello stato in cui verte la strada provinciale per Conversano.

I fondi ci sono: sono stati stanziati ben 22,4 milioni di euro sino al 2023 per tutta l’area della Città Metropolitana di Bari. Possibile che non si riescano a trovare dei soldi per sistemare la provinciale 121 Polignano-Conversano? E così, visto che la Giunta Vitto non dà cenni di vita, abbiamo scritto direttamente al consigliere metropolitano delegato dal Sindaco Antonio Decaro alla promozione e coordinamento del sistema della viabilità, Michele Laporta di Cellamare. Ci auguriamo un intervento risolutivo. E ci auguriamo anche che il Primo Cittadino Domenico Vitto sollecito in prima persona l’intervento sul territorio del Comune che dovrebbe rappresentare almeno in teoria. Gli incidenti sono oramai troppi su quel tratto di strada e la manutenzione non è più rinviabile. Stessa storia per la provinciale per Castellana Grotte, dove abbiamo interpellato Laporta più di un anno fa. Restiamo in attesa.

Giungono fondi dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti anche per le strade statali in Puglia.

Dopo i 30 milioni per la conservazione, il consolidamento statico e la protezione sismica delle opere dello scorso febbraio, Anas ha infatti pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale le gare d’appalto del valore complessivo di 25 milioni di euro finalizzate ad interventi di manutenzione programmata della pavimentazione delle strade statali della Puglia, mediante procedura di Accordo Quadro della durata di 4 anni. Il ministro Danilo Toninelli e il Governo Conte continuano ad adoperarsi per garantire quelle miriade di piccoli opere diffuse sul territorio italiano che garantiscono qualità della vita e sicurezza a tantissimi cittadini che si spostano quotidianamente. Preferiamo questi tipi di intervento alle grandi mastodontiche opere che troppo spesso sembrano perseguire altri fini..

Lo Sblocca Cantieri è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale.


Con lo Sblocca Cantiere sono state introdotte alcune importanti novità nel settore dei lavori pubblici, a partire dalla riforma del Codice degli Appalti, con l’introduzione di alcune forme di semplificazione per velocizzare l’iter di realizzazione delle opere pubbliche e la revisione delle soglie per l’affidamento di lavori. E ancora, l’istituzione della figura dei Commissari per i cantieri che, sull’esempio del commissario per la ricostruzione del Ponte Morandi di Genova, avranno poteri speciali per accelerare e sbloccare quei lavori fermi da anni e ritenuti prioritari dal Governo.



FONTE : Emanuele Scagliusi