Treno Tram Foggia – Manfredonia. M5S: Intervenire per potenziare e migliorare la linea ferroviaria

Di MOVIMENTO 5 STELLE Puglia:

“Potenziare la linea ferroviaria Foggia-Manfredonia deve essere una priorità per la Regione, soprattutto dopo la decisione comunicata dall’assessore ai trasporti Giannini di definanziare il progetto pilota del treno-tram per il quale erano stati stanziati 50 milioni di euro dal Governo nell’ambito del Patto per la Puglia”. Così la consigliera del Movimento 5 Stelle Rosa Barone, che ha presentato un’interrogazione indirizzata all’assessore ai Lavori Pubblici Giannini per conoscere quali siano le intenzioni della Giunta in seguito all’annunciato definanziamento del progetto treno-tram.

“Anche a voler scartare l’ipotesi del treno-tram incalza Barone –  è comunque opportuno rimodulare il progetto al fine di intervenire sull’implementazione della tratta ferroviaria Foggia-Manfredonia, oggi inspiegabilmente sottoutilizzata. La scelta di non puntare su modelli innovativi di mobilità sostenibile, come il treno tram, appare incomprensibile sia dal punto di vista ambientale, visti i vantaggi che ne deriverebbero in termini di decongestionamento del traffico urbano e di riduzione dei tempi di percorrenza, sia perché ridurrebbe le chance di sviluppo economico del territorio. Per questo  rimane assolutamente prioritario almeno provvedere che le risorse disponibili siano utilizzate per potenziare e migliorare questa tratta, prevedendone in primo luogo l’elettrificazione”.

La linea ferroviaria Foggia – Manfredonia è sottoutilizzata a causa della decisione di Trenitalia, condivisa dalla Regione, di sostituire per nove mesi all’anno le sei corse ferroviarie giornaliere dei mesi estivi con altrettante corse automobilistiche, ricevendo però in pagamento dalla Regione la tariffa prevista per il treno. Inoltre, la sovrapposizione fra alcune corse sostitutive di Trenitalia e quelle previste dagli autobus SITA, lascia scoperti alcuni orari, disincentivando l’utilizzo del trasporto pubblico con evidenti ricadute negative in termini ambientali e di aumento del volume di traffico.

“Chiediamo che la Giunta si impegni a trovare soluzioni concrete per ottimizzare questa tratta – prosegue – per garantire collegamenti sostenibili ed efficienti tra due città popolose e sempre più turistiche e favorire lo sviluppo dell’intera Capitanata. Basti pensare che la tratta è la stessa che porta a San Giovanni Rotondo. Ci piacerebbe, inoltre che un eventuale nuovo progetto non incentivi il flusso su gomma, decisamente meno sicuro rispetto al treno per gli automobilisti che quotidianamente percorrono questa tratta. Viste le risorse pubbliche già investite per la realizzazione delle opere funzionali al progetto del treno tram, – conclude la pentastellata – confidiamo che la Regione provveda all’ammodernamento della linea e che nella programmazione punti maggiormente sul trasporto su ferro e in generale su modelli di trasporto sostenibili da un punto di vista ambientale e maggiormente rispondenti alle esigenze di mobilità del bacino di utenza interessato”.



FONTE : MOVIMENTO 5 STELLE Puglia