Toxic Trip 2019 – Esercitazione NATO

Di Angelo Tofalo:

Mi trovo a Villafranca di Verona, nella base del 3° Stormo dell’Aeronautica Militare dove è in corso l’esercitazione Toxic Trip 2019 che, giunta alla 26^ edizione, mira a sviluppare e consolidare il concetto operativo dell’Air CBRNE, ossia la difesa dalle minacce di natura Chimica, Batteriologica, Radiologica, Nucleare, Esplosiva. Stiamo parlando di capacità specifiche che, nelle emergenze territoriali e nazionali, vengono messe in campo dalle nostre Forze armate per supportare gli apparati statali come il Ministero della Salute, le Prefetture, la Protezione Civile, i Vigili del Fuoco, 118.

All’Aeronautica Militare è affiancato l’Esercito italiano, in un contesto internazionale che vede lavorare assieme 800 specialisti di 12 Paesi NATO e di 3 Paesi partner. Sono presenti le bandiere di Austria, Belgio, Danimarca, Francia, Germania, Norvegia, Nuova Zelanda, Olanda, Polonia, Regno Unito, Repubblica Ceca, Stati Uniti, Svezia, Turchia.

Ciascuna nazione ha quindi la possibilità di mostrare le proprie capacità e gli equipaggiamenti, perfezionando assieme alle altre quelle che sono le procedure comuni di intervento. Per far ciò, vengono riprodotti scenari reali dove, a seguito di attacchi con aggressivi contaminanti, le squadre vengono attivate da un team di supervisori in modo casuale, per verificare le capacità di interoperabilità secondo le linee guida indicate nelle Direttive NATO.
Durante il Distinguished Visitors Day, abbiamo assistito alla simulazione di evacuazione sanitaria in bio-contenimento di un paziente altamente infettivo (ad esempio affetto dal virus Ebola), da parte di un team composto da personale del Servizio Sanitario dell’Aeronautica Militare e della Royal Air Force (RAF).

La giornata di oggi è stata dedicata anche all’Industry Display, un’opportunità per le circa 50 aziende intervenute, di presentare le proprie tecnologie.

È la terza volta che l’Italia ospita quest’importante esercitazione che si tiene, come nel 2013 e nel 2015, presso il 3° Stormo.



FONTE : Angelo Tofalo