STALLO OSPEDALI PIEMONTESI NON DIPENDE DA M5S. NO A STRUMENTALIZZAZIONI SULLA SANITA’

Di MoVimento 5 Stelle Piemonte:

La tesi che attribuisce al Movimento 5 Stelle la responsabilità di una una presunta incertezza sulle procedure di gara e sulle coperture economiche dei nuovi ospedali piemontesi è completamente campata in aria.

Novara attende il nuovo ospedale da dieci anni: lo studio di fattibilità data infatti 2009 e le  lungaggini a cui si fa riferimento oggi sui quotidiani certo non sono figlie dello scenario politico attuale o delle scelte politiche del M5S.

Stessa sorte per la Città della Salute di Torino: procedure di gara avviate e Gabio e Impregilo che hanno manifestato interesse. La latitanza di offerte di imprese straniere  non può essere poi attribuita a supposte “meline” del Movimento, come la richiesta di un sacrosanto dibattito pubblico su opere strategiche che costano centinaia di milioni di euro, quanto semmai a problemi atavici e radicati nel nostro paese come la presenza della malavita organizzata, la corruzione e i tempi biblici della giustizia civile in caso di contenzioso.

Un’opera pubblica si realizza se serve davvero, se il progetto è compatibile con le reali esigenze dei cittadini e se è economicamente sostenibile. Non se c’è una “sponda amica” al governo.  Ripudiamo questa logica perversa così come questa strumentalizzazione: per il Movimento 5 Stelle il Polo della Salute di Novara e la Città della Salute di Torino devono andare avanti rispettando le esigenze di cittadini e pazienti. 

Sean Sacco, Consigliere Regionale M5S Piemonte



FONTE : MoVimento 5 Stelle Piemonte