Stabilita una road map serrata per uscire dalla criticità di Roma

di Sergio Costa:

E’ stato un incontro importante e costruttivo quello di oggi. E non era scontato. Però: in ogni momento, anche quando è salita la tensione, nessuno ha perso di vista la priorità: il bene dei cittadini.

E di questo ringrazio la sindaca Virginia Raggi, la prefetta di Roma Gerarda Pantalone e il presidente regionale Nicola Zingaretti.

E’ stata stabilita una road map serrata per uscire dalla criticità di Roma: l’ordinanza regionale sarà rimodulata, la raccolta straordinaria di Ama ulteriormente potenziata, ci sarà un incontro dei tecnici ogni due giorni per monitorare la situazione costantemente e raccogliere e conferire i rifiuti accumulati.

Gli impianti nella Regione prenderanno fino al massimo della capienza i rifiuti di Roma e nel giro di pochi giorni i cittadini romani avranno finalmente quello che legittimamente pretendono da tempo e per questo chiedo ai comuni e alle province limitrofe di avere pazienza. So benissimo che non deve diventare una situazione strutturale, lo sappiamo tutti. E non lo diventerà. Ma la loro pazienza è un regalo alla Capitale d’Italia e quindi al Paese intero.

Ci sono già preaccordi per gestire il medio termine, nel frattempo che il piano regionale si chiuda, entro l’estate, come promesso, e che Roma si doti di impianti, sostenibili e di prossimità.

Sappiamo che un meccanismo come questo può incepparsi per mille motivi attinenti a una fragilità del sistema che viene da lontano, e che abbiamo ereditato in città. Ma siamo e saremo qui pronti a vigilare, e a fare in modo che tutto funzioni.