Sgravi fiscali per chi investe nei metodi ecologici per prevenire i danni causati dalla fauna selvastica

Di Paolo Parentela:

Al fine di sostenere le aziende agricole è indispensabile introdurre misure che, seppur indirettamente, incidono sulla produttività e sui redditi delle stesse nella misura in cui contribuiscono alla risoluzione di vere e proprie emergenze quali i danni causati dalla fauna selvatica.
Preso atto che la proliferazione incontrollata di alcuni animali quali, in particolare, i cinghiali e i lupi costringe i titolari di aziende agricole a sostenere ingenti costi per l’acquisto e l’installazione di sistemi ecologici di esclusione e deterrenza al fine di proteggere i propri allevamenti e le proprie coltivazioni da continue razzie da parte di tali animali oppure nei peggiori casi si trovano costretti addirittura a chiudere la propria azienda.
A tal fine ho presentato nell’ambito della discussione del decreto crescita un ordine del giorno che è stato accolto favorevolmente per impegnare il governo a valutare l’opportunità di prevedere un sostegno finanziario, anche nella forma del credito di imposta, destinato a sostenere l’acquisto e l’installazione da parte delle aziende agricole di sistemi ecologici di esclusione e deterrenza finalizzati a proteggere le coltivazioni e gli allevamenti dagli ingenti danni causati da popolazioni sempre più consistenti, anche a causa della mancata gestione e programmazione da parte delle regioni, di animali selvatici. Vi terrò aggiornati sugli sviluppi!

FONTE : Paolo Parentela