Senago vasche laminazione, aperto il cantiere: “L’amministrazione comunale ha combattuto il progetto solo a parole, questo è il risultato”

Sul territorio viene aperto il cantiere più importante, legato ad un’opera della quale si dibatte da anni e l’unica cosa che l’amministrazione comunale sa dire è:

“Noi non ne sapevamo nulla”?

Personalmente sono sconcertato perché delle due l’una. O il Comune sta prendendo in giro tutti, oppure non ha il minimo controllo di ciò che accade sul territorio, e non saprei cosa sia peggio. Questo è ciò che penso in merito all’apertura del cantiere per la realizzazione della bretella che collegherà via Stati Uniti d’America alla rotatoria della Sp 175 che in quel tratto diventa via De Gasperi, primo atto del contestato progetto delle vasche di laminazione delle piene del Seveso.

Questa situazione è l’effetto della politica portata avanti dall’amministrazione comunale, in accordo con i propri referenti di maggioranza in Regione Lombardia, ovvero quella di combattere le vasche solamente attraverso le dichiarazioni sui giornali. Come Movimento Cinque Stelle abbiamo provato a collaborare con gli enti, segnalando questioni rilevanti in merito alla gara d’appalto. Alquanto singolare che sia stata rifatta una gara, che ci sia stato uno stop del primo cantiere ma soprattutto che si sia ripartiti modificando il progetto, senza passaggi valutativi ulteriori. Questioni che, se fossero state prese di petto, avrebbero seriamente inciso sull’iter del progetto stesso. Invece l’amministrazione ha preferito giocarsi la carta della piccola modifica e delle dichiarazioni mezzo stampa.

Sostengono che la seconda vasca non verrà realizzata. Il riferimento è all’ipotetica modifica del progetto, ventilata dall’amministrazione di Senago, secondo la quale sarà realizzata solamente una vasca di laminazione, invece che due. <<Al momento, a quanto risulta dalle carte, il progetto riguarda ancora la realizzazione di due vasche. Ad oggi la seconda non è finanziata, ma questo non significa che non si farà. Al contrario, gli scenari possibili sono due. Da una parte l’eventuale rischio di danno erariale. Perché progettare cento, per realizzare cinquanta, pagando cento. Dall’altra nulla al momento vieta che la seconda vasca venga finanziata domani e i cittadini se la ritrovino sotto casa lo stesso. Magari anche la prossima volta la sindaca racconterà che nessuno l’aveva avvisata.

L’articolo Senago vasche laminazione, aperto il cantiere: “L’amministrazione comunale ha combattuto il progetto solo a parole, questo è il risultato” proviene da Massimo De Rosa.



Di Massimo De Rosa:

FONTE : Massimo De Rosa