Securpol. M5S: Tutelare personale di vigilanza e sicurezza dei passeggeri in accordo con Aeroporti di Puglia

Di MOVIMENTO 5 STELLE Puglia:

“È necessario tutelare il personale di vigilanza di Aeroporti di Puglia, in alcuni casi costretto a turni massacranti anche di 12 ore continuative, e la sicurezza dei passeggeri. Per questo è importante porre già da ora le basi per il rispetto nel prossimo contratto d’appalto delle clausole di salvaguardia  e per garantire migliori condizioni lavorative. Anche a livello nazionale stiamo lavorando per favorire in tempi rapidi il rinnovo del contratto collettivo nazionale della vigilanza privata, scaduto nel 2015 e alla nuova disciplina degli orari di lavoro”, Lo dichiarano i consiglieri regionali del Movimento 5 Stelle Antonella Laricchia e Gianluca Bozzetti, annunciando la richiesta di convocazione in audizione in VI Commissione anche di  Securpol e Inail, dopo le audizioni ieri delle sigle sindacali, del Security Manager di Aeroporti di Puglia, Giuseppe Costadura e del direttore generale Marco Catamerò relativamente alle problematiche dei lavoratori della vigilanza.

I sindacati, in diverse occasioni, hanno dichiarato lo stato di agitazione e il blocco delle prestazioni di lavoro straordinario per tutto il personale operante presso la Securpol, impresa che svolge  i servizi di controlli di sicurezza per Aeroporti di Puglia.

“Abbiamo appreso – spiegano i consiglieri – dai rappresentanti di AdP presenti, che negli ultimi cinque anni si sono svolte due ispezioni da parte dell’Ispettorato del Lavoro che, pare, non abbia rilevato alcunché. Tuttavia non possiamo accontentarci, visto che i lavoratori ci hanno segnalato un peggioramento della condizione lavorativa soprattutto dopo la recente acquisizione della Securpol da parte della Cosmopol: dall’eccessivo uso dello strumento del lavoro straordinario, all’incuria relativa alla distribuzione delle divise, fino a negare gran parte di quanto sancito dal CCNL in funzione di ferie e di pagamento dei permessi non fruiti”.

Aeroporti di Puglia ha manifestato interesse rispetto alle esigenze dei lavoratori, pur sottolineando che essendo Adp stazione appaltante, non esistono elementi per intervenire se non quelli del controllo della corretta applicazione delle norme contrattuali.

“Continueremo a seguire la vicenda – concludono i consiglieri – facendoci portatori delle istanze dei lavoratori. Nel prossimo contratto le cose devono necessariamente cambiare”.



FONTE : MOVIMENTO 5 STELLE Puglia