Salone internazionale dell’Aeronautica e dell’Aerospazio di Parigi: io c’ero!

Di Blog – Anna Laura Orrico:

Sono stata a Parigi in rappresentanza della Commissione parlamentare di cui faccio parte, quella per le Attività produttive, per visitare il Salone internazionale dell’Aeronautica e dell’Aerospazio e, devo confessarvi, è stata un’esperienza entusiasmante!

Ho avuto modo di apprezzare le tante piccole e medie imprese italiane che lavorano in un settore in continua espansione pieno di creatività e innovazione. Ho conosciuto tanti talenti ed eccellenze del made in Italy, ed ho avuto il privilegio di ragionare sulle dinamiche dello sviluppo con Leonardo, la nostra azienda di Stato che esporta tecnologia in tutto il mondo per un settore economico che in Italia vuol dire 80% di export e dunque essere tra i leader globali. Ancora una volta ho riscoperto il genio italiano, la tenacia e la passione anche in un settore che non conoscevo ma che, fin da quando ho iniziato ad occuparmene per ragioni istituzionali, mi ha affascinato e stupito.

Di queste tre giornate porto via con me alcune parole chiave fondamentali che sono ricorse in tutti gli incontri avuti: fare innovazione e fare rete sono e devono essere il futuro dell’impresa italiana. In questo, ritengo che le istituzioni, quindi la politica, debbano agire poiché spetta ad esse il compito di supportare le aziende connettendole tra di loro affinché sia possibile crescere conquistando sempre più spazio nei mercati mondiali.

Ho parlato di space economy e dell’importanza di iniziare dalle giovani generazioni raccontando questo largo spettro di opportunità professionali e imprenditoriali che possono nascere grazie alle nuove tecnologie. Ho potuto constatare il ruolo importante che alcune istituzioni regionali svolgono nel far nascere e sostenere distretti industriali legati a questo settore e il pensiero non può che volgersi alla mia di regione, nella quale la politica, da decenni, non riesce a costruire una visione di sviluppo economico e imprenditoriale, non supportando adeguatamente le imprese che esistono e resistono in questa terra.

C’è tanto lavoro da fare, io sono pronta e ho tutta la grinta che serve, e voi, siete pronti per il futuro?



FONTE : Blog – Anna Laura Orrico