Sacco (M5S): poca raccolta differenziata: sanzioni in arrivo per la provincia di Alessandria. Cirio metta in atto la riforma dei rifiuti

Di MoVimento 5 Stelle Piemonte:

Alessandria, con la produzione di 258 kg di rifiuti non differenziabili pro capite, si rivela fra le province meno virtuose del Piemonte e ora rischia serie sanzioni che graveranno sul portafoglio dei cittadini. La giunta Cirio dovrà spiegare ai piemontesi perché la riforma che stabilisce i criteri di riorganizzazione dei consorzi per la gestione dei rifiuti è ancora in stand-by nonostante sia entrata in vigore da più di un anno.

Dare la colpa agli alessandrini sarebbe infatti un errore. Il principale imputato è il regime di estrema confusione che grava fra i quattro consorzi che gestiscono la provincia di Alessandria. Forse la Lega preferisce assecondare i tentennamenti dei sindaci in difficoltà ad adeguarsi alla normativa ma le conseguenze del mancato accorpamento dei consorzi ora sono sotto gli occhi di tutti. Cirio metta in atto la riforma perché ambiente, territorio e tasche dei cittadini stanno subendo le prime conseguenze della politica iper campanilistica della destra.

Interrogheremo quanto prima l’assessore Marnati affinché chiarisca ogni aspetto della vicenda.

Sean Sacco, Consigliere Regionale M5S Piemonte



FONTE : MoVimento 5 Stelle Piemonte