Sacco (M5S): “Casa di Riposo di Vercelli, garantire tamponi e mascherine”

La lettera del direttore della Casa di Riposo di Vercelli, sommata a quella di un gruppo di operatori, conferma la situazione di assoluta gravità presso la struttura di piazza Mazzini. Un caso molto grave, del quale nessuno si era occupato prima che contribuissi ad attirare l’attenzione dell’opinione pubblica e degli enti preposti attraverso una segnalazione a mezzo stampa. 

L’emergenza Covid19 rende, ogni giorno, più pesante il lavoro e costringe i dipendenti ad operare in condizioni estreme per la difficoltà a recuperare mascherine e dispositivi protettivi oltre alla mancanza di controlli (tamponi) sul personale. 

Il mio obiettivo è sempre stato quello di portare all’attenzione dell’opinione pubblica e degli enti competenti la situazione di straordinaria difficoltà che sta attraversando la struttura. Prima di allora, infatti, i parenti degli ospiti non potevano contare su informazioni chiare, precise e trasparenti essendosi scontrati con un muro di gomma.  Se, ad oggi, si parla di questo caso è solo grazie alla nostra segnalazione nata dal confronto con chi opera ogni giorno nella struttura tra mille difficoltà, angosce e preoccupazioni.  

Qualcuno, per questo, mi ha riversato addosso insulti molto gravi ed accuse altrettanto infamanti. Mi fa piacere che il presidente dell’ATL di Biella e Vercelli abbia compreso la gravità di quelle parole ed abbia fatto una repentina marcia indietro. 

Ora è necessario non perdersi in polemiche e guardare avanti. Bisogna garantire dispositivi di sicurezza individuale e tamponi a personale ed ospiti. Il prima possibile. Ne chiederemo conto ad ASL e Regione Piemonte. 

Sean Sacco, Consigliere regionale M5S Piemonte



Di MoVimento 5 Stelle Piemonte:

FONTE : MoVimento 5 Stelle Piemonte