SACCO (M5S): AGENZIA MOBILITA’ PIEMONTESE NON PAGA LE AZIENDE DI TRASPORTO LOCALE. DEBITO ACCUMULATO DA CHIAMPARINO E IGNORATO DA CIRIO. IL PREZZO LO PAGANO I PENDOLARI

Di MoVimento 5 Stelle Piemonte:


Oggi abbiamo interrogato la Giunta regionale sull’attuale situazione dei debiti di AMP (Agenzia Mobilità Piemontese) verso i fornitori del servizio di trasporto pubblico locale. In particolare abbiamo chiesto all’assessore Gabusi come intenda agire per appianare l’enorme debito accumulatosi negli ultimi anni ed accertato dagli stessi bilanci di AMP. Tra questi, come emerso da fonti di Stampa, spiccano diversi milioni che ancora devono essere dovuti a GTT di Torino.
In aula l’assessore Gabusi ha candidamente ammesso che la Regione da 4 anni non versa la propria quota ad AMP. Una situazione che determina la sofferenza economica delle aziende di trasporto pubblico locale ed a farne le spese sono i pendolari con servizi sempre più scadenti. Una situazione che è eredità diretta del mandato Chiamparino (e dell’assessore Balocco) taciuta e non denunciata da Cirio e Gabusi. Per scoprire le carte ci è voluta un’interrogazione del Movimento 5 Stelle.

Sulla prospettiva di come trovare i fondi necessari a ristabilire un rapporto di normalità tra AMP e le aziende, l’assessore Gabusi non ha indicato alcuna soluzione. La giunta dell’Altra Velocità dopo aver propagandato soluzioni semplici e immediate si schianta contro il muro della realtà e della situazione economica del Piemonte a dir poco critica dopo anni di gestione di centro destra e centro sinistra. A seguito della voragine accertata nelle casse di AMP ci sono decine di milioni da trovare per garantire il servizio di trasporto pubblico. Vigileremo affinché vengano garantiti i trasferimenti alle aziende che erogano i servizi ai cittadini.
Sean Sacco, Consigliere regionale M5S Piemonte



FONTE : MoVimento 5 Stelle Piemonte