Rigenerazione urbana: Spunti positivi ma ancora molto lavoro da fare per una legge corretta e rispettosa dell’ambiente

Di Massimo De Rosa:

Sul progetto di legge di rigenerazione urbana c’è ancora molto lavoro da fare.

Contiene alcuni spunti positivi ma le criticità da sciogliere sono numerose. Sono troppo poche le risorse che la Lombardia intende investire. Le politiche di rigenerazione non vanno calate sul territorio: non possono essere identiche in quelli molto popolati e in quelli meno.

Il pdl parla sia di rigenerazione urbana che territoriale, ma quest’ultimo aspetto è del tutto trascurato. Eppure, considerata la resilienza delle città, è fondamentale lavorare su questo se vogliamo concretamente lottare contro l’inquinamento e i cambiamenti climatici.

Non ci piacciono le premialità per il recupero degli edifici rurali: non possono essere contro alla legge sul consumo di suolo già in vigore e non va bene inserire in questa legge norme del tutto slegate alla rigenerazione urbana. Sto parlando del recupero dei piani terreno: è un facsimile del recupero degli scantinati e non deve diventare una sanatoria.

Anche le associazioni di Comuni, ANCI e UPL, hanno rilevato numerose criticità in un progetto che, così com’è concepito, ridurrà le entrate agli enti locali.

Mi auguro che l’assessore Pietro Foroni e la maggioranza ascoltino le nostre obiezioni, quelle dei Comuni e dei territori con l’obiettivo di offrire finalmente ai lombardi una legge corretta e realmente rispettosa dell’ambiente. Dobbiamo migliorare la vita sul territorio e non dare un contentino a chi intende cementificare.

L’articolo Rigenerazione urbana: Spunti positivi ma ancora molto lavoro da fare per una legge corretta e rispettosa dell’ambiente proviene da Massimo De Rosa.



FONTE : Massimo De Rosa