Ricordo Emanuele Crestini, LO SGUARDO APERTO E IL VOLTO SORRIDENTE

Di Giuseppe Conte :

Lo scorso 15 maggio mi sono recato di mattina presto a Frascati: ci tenevo a salutare i corridori e a dare il via alla nuova tappa del Giro d’Italia, da Frascati a Terracina. Nonostante la pioggia fitta, è stata una giornata emozionante: il Giro si conferma una festa sportiva che risveglia il nostro senso patriottico e ottiene un grande coinvolgimento popolare. Quella mattina ho avuto modo di conoscere e scambiare qualche parola con Emanuele Crestini, il sindaco di Rocca di Papa. Una persona facile al sorriso, umile nei modi, ma molto orgoglioso di rappresentare con la fascia tricolore la sua comunità.

Mi ha molto addolorato la notizia della sua morte. Quando in passato abbiamo vissuto la tragedia della Costa Concordia, molti giornali stranieri e – ahimè – anche italiani, ne hanno approfittato per coniare vari neologismi, volti a denigrare la nostra grande tradizione di coraggio e di virtù. Chissà se il gesto di un primo cittadino umile e sorridente, generoso e responsabile, avrà il rilievo che merita, anche oltreconfine.