RDC, VIA LIBERA AI PROGETTI UTILI ALLA COMUNITÀ: UN ATTO IMPORTANTE NEL PERCORSO DI COSTRUZIONE DI UN MODERNO SISTEMA DI WELFARE

Di Tiziana Ciprini:

“Con la firma del decreto ministeriale da parte del ministro del Lavoro Nunzia Catalfo, è stata definita l’attivazione dei lavori di pubblica utilità che i beneficiari di Reddito di cittadinanza dovranno effettuare presso il Comune di residenza: un atto importante nel percorso di costruzione di un moderno sistema di welfare state”.

È quanto afferma la deputata 5Stelle in commissione Lavoro, Tiziana Ciprini, che aggiunge: “con questo atto i Comuni interessati avranno così la possibilità di avviare la progettazione e definire le attività che i beneficiari del Reddito andranno a svolgere. Il Comune è il titolare dei Progetti Utili alla Comunità e può avvalersi della collaborazione di enti del Terzo settore o di altri enti pubblici.

Puc potranno essere svolti in ambito culturalesocialeartisticoambientaleformativo e di tutela dei beni comuni, contribuendo alla costruzione di una comunità migliore. Il decreto – prosegue Ciprini – delinea i confini delle attività: i percettori di Reddito non potranno svolgere attività in sostituzione di personale dipendente dall’ente pubblico proponente o dall’ente gestore, nel caso di esternalizzazione di servizi o dal soggetto del privato sociale.

Inoltre non potranno essere ricoperti ruoli o posizioni nell’organizzazione del soggetto proponente il progetto e non si potranno sostituire lavoratori assenti a causa di malattia, congedi parentali, ferie ed altri istituti, né essere utilizzati per sopperire a temporanee esigenze di organico in determinati periodi di particolare intensità di lavoro. Con questo provvedimento – conclude Ciprini – rinsaldiamo il patto tra Stato e cittadino”.

L’articolo RDC, VIA LIBERA AI PROGETTI UTILI ALLA COMUNITÀ: UN ATTO IMPORTANTE NEL PERCORSO DI COSTRUZIONE DI UN MODERNO SISTEMA DI WELFARE sembra essere il primo su Tiziana Ciprini.



FONTE : Tiziana Ciprini