Puglia: ecco i fondi PON per l’infomobilità sulle strade

Di Emanuele Scagliusi:

Puglia, Basilicata, Calabria, Campania e Sicilia saranno interessate dal PON Infrastrutture e Reti 2014-2020. Con una dotazione complessiva pari a 20 milioni di euro si punterà a migliorare e fluidificare i flussi di traffico di passeggeri e merci all’interno della rete infrastrutturale TEN-T delle regioni obiettivo del Programma nonché a promuovere, attraverso tecnologie digitali interoperabili, l’implementazione di soluzioni a sostegno del trasporto integrato e intermodale per aumentare l’efficienza, la sicurezza e la sostenibilità (ambientale, economica e sociale) dei trasporti e delle infrastrutture.

L’obiettivo di questa iniziativa del Ministero delle Infrastrutture e Trasporti (MIT) è di realizzare piattaforme e strumenti tecnologici intelligenti in grado di acquisire le informazioni e diffonderle a tutti gli utenti, sia cittadini che gestori. I sistemi saranno in grado di monitorare e gestire il traffico di persone e merci e di migliorare i collegamenti della Puglia e delle altre regioni coinvolte sia all’interno sia verso il resto del Paese. L’obiettivo è garantire ripetibilità e continuità dei dati necessari per il supporto alle decisioni e per informare i cittadini. La rete dei trasporti nazionale e quella dei nodi metropolitani potranno infatti essere connesse, messe in grado di scambiarsi le informazioni e migliorarsi.

La manifestazione d’interesse del PON Infrastrutture e Reti è rivolta a soggetti pubblici e privati che forniscono servizi di pubblica utilità o interesse nelle regioni coinvolte. Le loro proposte dovranno giungere entro 90 giorni a partire dallo scorso 20 giugno, data di pubblicazione dell’invito sul portale istituzionale del PON sul sito del MIT.



FONTE : Emanuele Scagliusi