Potenziamento dei Centri per l’impiego, saranno garantite le professionalità acquisite

Di Movimento 5 Stelle Toscana:

Approvato odg in Regione. Soddisfatta Irene Galletti (M5S): “Tracciata una linea chiara”

Centri per l’impiego, approvato ordine del giorno in Regione Toscana in vista dei bandi per il potenziamento del servizio: le professionalità acquisite da chi ha lavorato per anni all’interno del circuito formativo toscano saranno tenute in considerazione. È quanto emerge in seguito al lavoro svolto dal consigliere regionale del Movimento 5 stelle Irene Galletti che a lungo si è occupata della vicenda incontrando molti tra dipendenti ed esponenti sindacali. “Senza la nostra richiesta di comunicazione urgente – spiega Galletti – non ci sarebbe stato alcun coinvolgimento del Consiglio regionale, né informazione a riguardo. Noi, invece, ritenevamo fondamentale condividere e informare tutti i portatori d’interessi sulle modalità con cui sarebbe stato riconosciuto il valore aggiunto di chi ha lavorato a lungo nei centri per l’impiego formandosi e acquisendo una competenza che non deve essere dispersa”.

L’iter dedicato all’introduzione strutturale del Reddito di cittadinanza prosegue: “Il governo – sottolinea – ha destinato un miliardo di euro alle regioni per potenziare personale e strumenti dei Cpi, non solo per le politiche attive del lavoro, ma anche per il Reddito di cittadinanza. Ora deve essere impegno della giunta redigere un bando che tuteli e stabilizzi le professionalità che sono riuscite a lavorare nei Cpi in questi anni. Lavoratori che hanno spesso sopperito alle carenze strumentali e alla precarietà cui sono stati sottoposti per anni”.
Adesso, approvato l’ordine del giorno, l’assessore regionale Cristina Grieco proseguirà nel lavoro d’interfaccia con il governo. “Ma la linea tracciata, per fortuna, – conclude Galletti – ora è chiara: la giunta si è impegnata a garantire, nell’ambito della cornice legislativa attuale, il massimo delle premialità e punteggi per valorizzare le esperienze di chi ha lavorato in questo settore. Questo è solo un passo in avanti, anche se fondamentale, per ridisegnare interamente le funzionalità e l’operatività dei centri per l’impiego in Toscana”.



FONTE : Movimento 5 Stelle Toscana