Porti, al via raccolta manifestazioni interesse per AdSp dello Stretto

Dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti:

Invio dei curricula possibile fino al 28 marzo per candidarsi al ruolo di Presidente

Messina

6 marzo 2019 – Da oggi viene avviata, con la pubblicazione dello specifico avviso, la raccolta di manifestazioni di interesse per l’incarico di Presidente della Autorità di Sistema Portuale dello Stretto, ovvero la 16esima AdSP istituita dal “decreto Fiscale” 119/2018. 
Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, ha deciso di avviare la raccolta di manifestazioni di interesse per raccogliere profili qualificati che possano ricoprire in via esclusiva e a tempo pieno il ruolo di Presidente dell’Autorità di Sistema Portuale dello Stretto. La scelta del nome di chi verrà designato Presidente verrà poi fatta dal Ministro con l’intesa dei Presidenti delle Regioni interessate, Calabria e Sicilia, sentite le Commissioni parlamentari.
La norma prevede che il Presidente dell’AdSP venga “scelto fra cittadini dei Paesi membri dell’Unione europea, aventi comprovata esperienza e qualificazione professionale nei settori dell’economia dei trasporti e portuale”.
La partecipazione all’avviso avviene inviando il proprio curriculum e specificando, in particolare, le  esperienze e qualificazioni professionali conseguite nei settori dell’economia dei trasporti e portuale.
Il curriculum deve essere redatto, in ogni suo campo, in lingua italiana secondo il modello di cv europeo, e deve essere inviato esclusivamente mediante posta elettronica, entro le ore 24 del 28 marzo 2019, al seguente indirizzo: segr.capogabinetto@mit.gov.it
L’avviso non ha natura concorsuale. Non è prevista alcuna procedura selettiva, non verrà redatta e pubblicata alcuna graduatoria, né sarà reso pubblico l’elenco di coloro che avranno presentato il proprio curriculum vitae.

Avviso MIT su Raccolta manifestazioni di interesse per Autorità di Sistema Portuale

Data di ultima modifica: 06/03/2019

Data di pubblicazione: 06/03/2019



FONTE : Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti