Piante per le api sulle pensiline delle fermate degli autobus

Di Il Blog di Beppe Grillo:

Le api. Sono le specie più importanti su tutto il pianeta e senza di esse, come affermava Einstein, “all’uomo non resterebbero che quattro anni di vita”.

Il 70% delle api dipende dall’agricoltura e, nonostante ciò, l’uso di pesticidi tossici o i cambiamenti climatici hanno portato a un preoccupante declino della specie. Nel frattempo, la comunità scientifica sottolinea l’importanza di preservarle e i rischi giganteschi di non farlo.

Una città olandese, Utrecht, ha dato l’esempio, coprendo i tetti di centinaia di fermate di autobus con piante, esattamente le Sedum, piante grasse, o meglio, piante succulente, davvero facili da coltivare.  I tetti non solo supportano la biodiversità della città, come api e bombi, ma aiutano anche a catturare la polvere fine e immagazzinare l’acqua piovana.

I tetti delle pensiline sono controllati e curati dai lavoratori che guidano i veicoli elettrici. Inoltre, le fermate degli autobus sono state dotate di luci a LED a risparmio energetico e panchine di bambù.

Questo “dono per le api” fa parte del pacchetto di misure progettato da Utrecht per migliorare la qualità dell’aria. L’obiettivo della città è di introdurre 55 nuovi autobus elettrici a breve e di avere un “trasporto pubblico completamente pulito” entro il 2028.

Inoltre, l’elettricità utilizzata per alimentare gli autobus arriverà direttamente dai mulini a vento olandesi. Utrecht applica anche un programma che consente ai residenti di richiedere fondi per trasformare i propri tetti in tetti verdi, contribuendo a un’economia più verde e una città sostenibile e rispettosa dell’ambiente.



FONTE : Il Blog di Beppe Grillo