Perché No agli inceneritori

Di Sergio Di Reda:

Perché No ai termovalorizzatori di Salvini..
Oramai è chiaro anche ai bambini… dietro agli incendi si muove la mafia per creare emergenza e costringere il governo a creare inceneritori…
Il ritorno economico a chi fa la scelta…

Solo con la suddivisione dei rifiuti possono avere ritorni i cittadini perchè avrebbero riduzioni della tassa…
Solo con gli inceneritori i ritorni vanno verso società che smaltiscono i rifiuti avendo in mano il monopolio del mercato ed aumentare le tasse..

Metteteci il fatto che la mafia, infiltratasi oramai nella politica, può condizionare le Istituzioni locali e condizionare i cittadini come sta facendo ora dando fuoco alle industrie per lo smaltimento dei rifiuti differenziati creando le emergenze..ed il loro gioco già da tempo è palese..
Siamo davanti il fatto che ora al sud d’italia le industrie sono state distrutte e i rifiuti prendono fuoco da manine mafiose ed al nord d’italia gli inceneritori realizzati dagli enti locali sono virtuosi così dice Salvini che cerca sempre argomenti fomentando la piazza contro Di Maio.. prima con i migranti ora con i rifiuti.

Ma secondo voi perché i media sponsorizzano quotidianamente la Lega per fargli avere maggiore consensi rispetto al M5S. .?
Perché la Lega ha gli scheletri nel suo armadio ed è facilmente manipolata.
Ecco… ponetevi queste domande e sicuramente la risposta è molto semplice..

Io sono dalla parte dei cittadini virtuosi a favore dei rifiuti differenziati e di quelli che combattono la mafia..
Solo il M5S può fermare ora la Lega che insiste di dare in mano agli enti locali la scelta dei termovalizzatori perché sappiamo al sud come andrebbero le cose..
Sappiamo tutti che dietro i rifiuti si nasconde la mafia sia al nord, dove anche li prendono fuoco, sia al sud da dove parte la guerra contro il governo..