Passa mozione del M5S in Regione: verrà introdotto l’obbligo Sitat per tutti gli appalti pubblici comunali

Di Movimento 5 Stelle Toscana:

Conferenza stampa Quorum zero

Appalti, passa all’unanimità in Consiglio regionale la mozione del Movimento 5 stelle che chiedeva l’introduzione dell’obbligo di utilizzo del Sitat per tutti i municipi toscani.

“La legalità – spiega il consigliere regionale pentastellato Gabriele Bianchi – è un principio inderogabile di buonsenso e civiltà. Ruolo della politica è quello di garantire il corretto svolgimento delle pratiche che vedono circolare denari. Da sempre il Movimento 5 stelle fa della questione legale il proprio caposaldo. Siamo convinti – prosegue – sia fondamentale dare un peso alle buone pratiche e disincentivare iter meno trasparenti”.

L’osservatorio regionale sui contratti pubblici della Toscana, tramite le diverse applicazioni del sistema informativo telematico appalti fornisce alle stazioni appaltanti strumenti e servizi per la pubblicazione on line di atti e documenti ai sensi della normativa regionale e nazionale. Ed è anche utile alla trasmissione d’informazioni per il monitoraggio del settore in qualità di sezione regionale dell’osservatorio dell’autorità di vigilanza sui contratti pubblici. “Si tratta – sottolinea Bianchi – di un impianto funzionale a ridurre al minimo i rischi di corruzione. Siamo dunque felici di aver insistito affinché fosse implementato l’utilizzo di tale sistema, anche alla luce dei dati che nella nostra regione vedono oltre un terzo dei casi di corruzione fare riferimento ad appalti e opere pubbliche. Viste le premesse, l’attesa era per un esito positivo del percorso di questa proposta in Consiglio e così è stato. Ne prendiamo atto con soddisfazione”.



FONTE : Movimento 5 Stelle Toscana