Partiamo dall’ascolto degli studenti per modificare il numero chiuso all’università e la prossima settimana no tax area

Di Gallo Luigi PRESIDENTE della VII COMMISSIONE (CULTURA, SCIENZA E ISTRUZIONE):

uni

Abbiamo scelto di partire dagli studenti in Commissione Cultura per raccogliere le loro osservazioni sulla riforma al numero chiuso all’università. Senza il protagonismo dei ragazzi questo Paese non va da nessuna parte. Per questo in legge di bilancio abbiamo aumentato le borse di specializzazione in medicina.
Che i governi precedenti non abbiano investito sui giovani e sulla loro istruzione lo dice un dato clamoroso: solo il 18 % della popolazione italiana è laureata. È cosi che ci posizioniamo negli ultimi posti della classifica europea.
Intendiamo intervenire per invertire la rotta garantendo maggiore accesso e allargando la no tax area per gli studenti all’università con una proposta di legge ad hoc che sarà discussa dalla prossima settimana in commissione. In legge di bilancio abbiamo aumentato di 10 milioni il fondo per le borse di studio ed ora mettiamo in campo delle riforme per attuare sempre di più l’articolo 34 della Costituzione che parla chiaro: ogni cittadino ha il diritto di raggiungere i gradi più alti degli studi. Un diritto fondamentale per tornare ad essere i primi nel mondo potendo contare sulla storia delle più antiche università del globo.



FONTE : Gallo Luigi PRESIDENTE della VII COMMISSIONE (CULTURA, SCIENZA E ISTRUZIONE)