Ora tocca a noi! Vogliamo giustizia, un mondo pulito

di Valentina Corneli:

In sintesi, questa è la vicenda.

Fanpage.it, a cui vanno i nostri ringraziamenti, ha condotto una coraggiosissima inchiesta su un’azienda di compostaggio rifiuti di Este, in provincia di #Padova. Dalla documentazione video risulta chiaramente come tale società sversi quantitativi enormi di compost industriale nei terreni del padovano, materiale tuttavia saturo di vetro, plastica, idrocarburi pesanti e metalli vari. I terreni sono ormai totalmente contaminati, con rischi enormi per la salute dei cittadini. Le #TerreDeiFuochi non sono solo in #Campania, ahinoi. E inquietanti sarebbero anche gli intrecci con la politica, e in particolar modo con la #Lega, che in quelle zone governa. La società in questione è stata fondata nel 1993 da tale Sandro Rossato, imprenditore poi arrestato per associazione mafiosa in merito ad alcuni appalti sui rifiuti a #ReggioCalabria. Fabrizio Ghedin, ufficio stampa della SESA, ha tentato infine di mettere a tacere l’inchiesta avanzando ai vertici di Fanpage la proposta di un finanziamento pubblicitario da 300 mila euro in cambio dell’insabbiamento. Ma Ghedin non è solo l’ufficio stampa della SESA, è anche un consulente del Sottosegretario leghista Vannia Gava.

Ripeto, è fondamentale che il #M5S mantenga il controllo di tutti i ministeri strategici ed è fondamentale che ci radichiamo in tutti i territori, soprattutto al #Nord, dove i cittadini hanno un disperato bisogno di noi. E NOI CI SIAMO!

“Quando guardo queste inchieste mi sento solo. Ci sentiamo soli. Migliaia di scandali, migliaia di battaglie da combattere, migliaia di comitati, milioni di cittadini coinvolti. Ognuno di noi guarda il suo nemico e si sente solo. Ma il nemico è sempre uno solo e noi lo stiamo accerchiando. Non siamo soli. Siamo un popolo nuovo! Se alziamo lo sguardo ci possiamo guardare negli occhi, in Italia ed Europa, fare rete per risolvere la situazione. Ora tocca a noi! Vogliamo giustizia, un mondo pulito, zero rifiuti per permettere a noi e ai nostri figli di vivere ancora su questo pianeta che si sta difendendo da chi, prima di noi, ha avvelenato tutto per avidità stupida.

Mi rivolgo a tutti i comitati, cittadini, associazioni, amici che lottano per il futuro, non siete soli, siamo una rete che sta combattendo lo stesso nemico!”