ora più che mai non si molla! Intanto grazie, Sara.

Di Claudia Cucuccio:

Non c’è stato un solo TG, di NESSUNA rete, che parlando dell’Abruzzo abbia precisato o ribadito per onestà intellettuale che il MoVimento si è presentato come sempre DA SOLO alle elezioni regionali e che quindi bisogna tenerne conto ai fini dei risultati elettorali. Avrei voluto sentire queste parole, e invece niente…figurarsi!

Tutti ad evidenziare il “calo” dei consensi dei 5 Stelle e il “grandissimo” risultato della coalizione vincente di centrodestra ma anche di quella di centrosinistra. Trovo la cosa alquanto squallida.
Certo che se pd, forza italia e gli stessi fratellastri d’Italia di Marsilio si fossero presentati da soli, senza coalizione, altro che sorrisetti e abbracci…sarebbero stramazzati al suolo per i risultati scadenti! Da soli sono finiti e lo sanno!

Inoltre, NESSUN TG ha precisato che il 20% del MoVimento è la stessa percentuale di cinque anni fa sempre in Abruzzo.
E sono VOTI PULITI, di cui essere fieri!
Il consenso non è aumentato, anche questo è vero, e qua c’è da riflettere e capire come fare per arrivare a dei risultati ancora migliori.

Quel che è certo, è che Sara Marcozzi è una coraggiosa donna che ha lottato per voler cambiare la sua regione e che DA SOLA ha preso il 20%!
Non è bastato per governare, certo… civette e gufastri sono sempre in agguato e hanno imposto un senatore di Fratelli d’Italia…pensate un po’…e tutto il cdx ci dimostrerà ancora cosa NON sa fare di buono.

Purtroppo, la FORZA GENTILE di Sara non è stata sufficiente. Ci vorrebbe ben altro forse…Ma forse anche no. Il MoVimento è questo, e corre DA SOLO perché non vuole far parte di accozzaglie né di destra né di sinistra, che gongolano per voti presi solo perché tutti insieme appassionatamente, altro che storie!

Chi si sta facendo i conti con le prossime europee, chi si sta sfregando le mani aspettando ardentemente una prossima débacle dei 5 Stelle, chi ci dà in caduta libera anche in vista di un fantomatico stacco di spina del governo, ha fatto i conti senza l’oste.

C’è anche un INTERO sistema mediatico CONTRO, che ancora influenza e tanto, purtroppo. Qua bisogna pure studiarsi una soluzione. Anche la comunicazione pentastellata senz’altro può e deve migliorare. Ma le regionali restano un dato appunto regionale, come in Sicilia, come in Molise ecc.

A me spiace soprattutto per la metà degli abruzzesi che NON ha votato, hanno perso una grande occasione per dire la loro, come l’aveva persa la metà dei siciliani di cui orgogliosamente non faccio parte. Ma c’è ancora tanto da fare e si farà.
Per gli abruzzesi sarà stato troppo tardi capirlo. Peggio per loro e che non si lamentino. Per i miei corregionali, lo è stato altrettanto e peggio per noi, purtroppo!

Per l’Italia tutta voglio credere che ci sia ancora speranza. Basterebbe sentirsi TUTTI parte di una comunità e lottare in prima persona, basterebbe volere un cambiamento radicale e globale, e non guardare solo al proprio più o meno squallido orticello. Avverrà mai? Non lo so. La strada è sempre in salita, grazie a certi italiani…Ma ora più che mai non si molla!
Intanto grazie, Sara.

P.S. Sette consiglieri del MoVimento, con UNA sola lista, entrano in Regione Abruzzo, ed è tantissimo🙂. (Grazie Verena per il grafico)

Potrebbe interessarti anche: