Nuovo Coronavirus Covid-19

Il Governo sta affrontando con risolutezza e al tempo stesso con equilibrio la diffusione del Coronavirus.

In perfetto coordinamento con gli altri livelli istituzionali e coinvolgendo le forze di opposizione, abbiamo messo in campo misure importanti per arginare i focolai di epidemia.

Come Funzione pubblica, abbiamo stabilito nel decreto la possibile sospensione, nelle aree interessate, delle procedure concorsuali e delle attività degli uffici pubblici, fatta salva la fondamentale erogazione dei servizi essenziali e di pubblica utilità.

Abbiamo anche previsto che l’accesso ai servizi pubblici essenziali possa essere condizionato all’utilizzo di strumenti di protezione individuale.

In cantiere abbiamo anche possibili provvedimenti di carattere organizzativo in favore del pubblico impiego, per esempio in merito a un ulteriore impulso relativo a forme di lavoro agile.

Il monitoraggio prosegue H24. La salute è il bene supremo da tutelare. Teniamo alta la guarda, evitando al contempo di compiere scelte frettolose e irrazionali.

AGGIORNAMENTO

Dall’incontro urgente di oggi con i sindacati e dalle segnalazioni pervenute dalle varie sigle nei giorni precedenti abbiamo colto spunti preziosi per la direttiva che emaneremo entro poche ore, e per i provvedimenti successivi, a tutela dei lavoratori dei pubblici uffici.

Rafforzeremo norme appropriate di comportamento e la diffusione di presidi connessi alla protezione e all’igiene personale. Ma implementeremo anche modelli organizzativi e logistici che possano aiutare a prevenire il rischio di contagio da coronavirus, a partire da forme di lavoro agile.

È importante consolidare il coordinamento centrale delle azioni e degli interventi. Un orientamento condiviso anche nel corso della riunione di Governo di oggi per definire il decreto legge a tutela di famiglie e imprese delle “zone rosse” o che hanno a che fare con esse.

Per quanto ci riguarda, difenderemo la sicurezza dei dipendenti pubblici e nondimeno il salario di quanti, nelle amministrazioni, saranno costretti ad assentarsi perché residenti o anche solo impiegati nelle zone più a rischio. Infine, garantiremo, laddove necessario e possibile, piccole dilazioni temporali a beneficio di tutti coloro che stanno partecipando a concorsi pubblici.



Di Fabiana Dadone:

FONTE : Fabiana Dadone