No agli inciuci, sì alla responsabilità.

Di Angelo Tofalo:

Si parla molto del dialogo tra 5 Stelle e Pd. È davvero in corso? Insomma, esiste la possibilità di un governo di transizione o istituzionale con il Pd?

Nel 2018 abbiamo stipulato un contratto di governo con un metodo trasparente in cui al centro non c’erano poltrone e lottizzazioni ma un programma ben definito ed i cittadini hanno valutato positivamente questo approccio. Oggi continuiamo a credere che mettere al centro delle interlocuzioni obiettivi concreti sia l’unico modo per strutturare delle azioni politiche solide. Far saltare il tavolo per mere ragioni di partito è una mossa che hanno pagato in molti, anche nella storia recente. Sono certo che gli italiani sapranno valutare con attenzione l’affidabilità di chi piega le Istituzioni ai propri desideri. Dialogheremo a tempo debito, come è giusto che sia, con tutte le forze parlamentari secondo quelle che sono le regole e il dettato costituzionale.

Se non dovesse passare la mozione della Lega e quindi la sfiducia a Conte, quali sarebbero le prossime mosse dei 5 Stelle? Conte bis con obiettivo taglio dei parlamentari?

Il presidente Giuseppe Conte ha dimostrato in questa breve esperienza di governo di essere una figura di garanzia, una figura istituzionale equilibrata ed equidistante che ha trovato sempre un punto di sintesi tra le istanze di due forze politiche molto diverse. Ha inoltre rappresentato con grande efficacia l’Italia all’estero. L’alto gradimento dimostrato dagli italiani nei suoi confronti lo dimostra. Sono certo che grazie al prezioso contributo del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella riuscirà a gestire con estrema efficacia questa crisi evitando che in questa fase l’Italia paghi le conseguenze dei deliri di Salvini. Bisogna gestire la situazione in modo da evitare che i costi di questa transizione politica gravino sulle tasche degli italiani. Ciò che realmente accadrà lo capiremo soltanto nelle prossime ore.

Tra le mozioni in calendario potrebbe rientrare anche la sfiducia a Salvini del Pd. Come voterebbero i 5 Stelle se si andasse al voto?

Queste sono valutazioni che si faranno all’interno del gruppo parlamentare del Movimento 5 Stelle in discussioni che sono tutt’ora in atto, è ancora presto per dirlo…



FONTE : Angelo Tofalo