No a chiusura ACCAM. Cenci (M5S Lombardia): “Centrodestra incomprensibile, schiaffo a cittadini e fridays for future”.

Il Consiglio regionale della Lombardia ha bocciato la mozione di Roberto Cenci che chiedeva la chiusura dell’inceneritore ACCAM.

L’Assessore regionale all’Ambiente Raffaele Cattaneo ha sottolineato che l’incendio all’inceneritore, il 20 gennaio scorso, ha riguardato una turbina e non i rifiuti e che “l’evento è stato critico ma circoscritto”. Il forno è stato, ed è, spento.

Cenci dichiara: “È uno schiaffo alle politiche ambientali, al movimento Fridays for future e ai cittadini. L’inceneritore ha quarantotto anni e ormai è un pozzo senza fondo per le risorse, con un debito importante. I fondi ormai vanno solo a rattoppare una situazione ampiamente compromessa.

Gli incidenti si susseguono, è ora di liberarsi del forno, altro che rilancio.

Non sta in piedi la difesa d’ufficio dell’inceneritore del Assessore Cattaneo che sostiene che deve essere riattivato fino al 2027 per rientrare dei debiti per poi procedere con eventuali bonifiche.

Nel 2027 avremo ancor meno rifiuti solidi urbani da bruciare rispetto ad oggi solo grazie alla sensibilità dei cittadini, e non a quella dei politici di centrodestra. In Lombardia abbiamo ben 13 inceneritori, un potenziale d’incenerimento ben oltre le nostre possibilità presenti e future.

Francamente è incomprensibile l’atteggiamento cocciuto del centrodestra  sugli inceneritori: forse pensano che i lombardi non meritino di tornare a respirare”.

L’articolo No a chiusura ACCAM. Cenci (M5S Lombardia): “Centrodestra incomprensibile, schiaffo a cittadini e fridays for future”. proviene da Massimo De Rosa.



Di Massimo De Rosa:

FONTE : Massimo De Rosa